Truffa fiscale
un monsignore
tra gli indagati

18.02.2020

Tra gli 85 indagati a piede libero dalla Procura di Brescia nell’ambito dell’inchiesta su un’associazione a delinquere finalizzata alla frode fiscale c’è anche un monsignore che avrebbe favorito il tentativo di aprire un conto allo Ior sul quale depositare soldi frutto dell’evasione. L’ecclesiastico risulta indagato. Tra i 20 arrestati invece ci sono tre commercialisti e altrettanti avvocati.