Voragine nell’asfalto:
Piatucco è
divisa in due

La voragine che si è aperta  nell’asfalto a Piatucco di  Lumezzane
La voragine che si è aperta nell’asfalto a Piatucco di Lumezzane
F.Z. 11.12.2018

Non c’è fortunatamente finito nessuno, ma la voragine nell’asfalto che da ieri pomeriggio ha diviso in due Lumezzane Piatucco a Lumezzane è impressionante: lunga e larga un metro, si è aperta sulla linea di mezzeria in corrispondenza di un tombino in via De Gasperi. È successo intorno alle 15, quando il tratto di asfalto, all’altezza del civico 9 e in una zona centrale, tra una vicina carrozzeria e il semaforo, non ha retto alla pressione dell’acqua fuoriuscita per la rottura della fognatura. Nonostante questa strada sia spesso intasata, percorsa da chi si muove tra Gombaiolo, Gazzolo e San Sebastiano, fortunatamente nessun mezzo è rimasto coinvolto. Forse è stato proprio l’ennesimo passaggio di un veicolo a rendere ancora più sottile la striscia di asfalto. Qualche passante ha notato quel buco e allertato la Polizia locale, arrivati sul posto con i Vigili del fuoco di Gardone. La segnalazione ha raggiunto anche il Comune che ha inviato i propri tecnici, oltre agli addetti dell’Asvt che gestisce la rete fognaria. L’area è stata delimitata da cartelli ed è stata disposta subito l’interruzione della circolazione tra il vicino semaforo all’incrocio tra le via De Gasperi, Repubblica, Garibaldi e Matteotti e più a valle, vicino alla vecchia edicola. La polizia locale ha quindi emesso un’ordinanza che dispone la viabilità alternativa per quanti, auto e mezzi pesanti (bus compresi) si muovono tra San Sebastiano e Piatucco. Per aggirare la zona transennata si possono percorrere il senso unico di via De Gasperi e via Matteotti davanti alle scuole, ma anche scendere dal vicino cimitero di Pieve. Nelle settimane scorse, nel punto del cedimento erano stati effettuati alcuni lavori di rattoppo dell’asfalto, che però non sarebbero correlati all’incidente, causato appunto dal cedimento della tubatura sottostante. L’assessore ai Lavori pubblici Stefano Gabanetti spiega che la durata dei lavori potrebbe essere di qualche giorno. La conduttura dovrà essere riparata e poi dovrà avvenire il riempimento della «camera» che si è formata con la rottura. Infine, si metterà mano all’asfalto per ricoprire il buco. Insomma: il disagio durerà probabilmente fino a giovedì, col tratto di strada chiuso o regolato a senso unico alternato. •