La promozione della lettura passa dal libero scambio

La biblioteca di Vobarno
La biblioteca di Vobarno
M.PAS. 30.10.2018

Si chiama «Cassetta libera libri» la nuova iniziativa con la quale la biblioteca comunale di Vobarno prova a uscire sul territorio e ad avvicinarsi ai potenziali lettori. In realtà le cassette sono una decina, collocate sia nel capoluogo sia nelle frazioni, da Eno a Degagna, da Teglie a Carpeneda, da Collio a Pompegnino. Come funziona? Ogni aspirante lettore deve avvicinarsi al contenitore, aprirlo e prendere il libro che intende leggere per poi riportarlo alla cassetta. È una possibilità per tutti, anche per chi non è iscritto alla raccolta comunale; e tutti possono contribuire al progetto di promozione della lettura mettendo a disposizione, e depositandoli negli stessi distributori territoriali, i testi posseduti. Questa iniziativa innovativa, almeno per la Vallesabbia, è curata dalla comunale «La Pigna» e dell’assessorato alla Cultura del Comune, ma le opere contenute nelle cassette libera libri sono state donati da lettori privati perchè fossero rimesse in circolo. La distribuzione dei contenitori di cultura? Per il capoluogo, che dispone già del punto centrale, ovvero la biblioteca stessa , si possono trovare in oratorio e nel Centro sociale. Passando alle frazioni, a Carpeneda la si troverà in oratorio, a Teglie ne «La Casina», in Degagna davanti al bar di Eno e nella bottega del borgo, a Collio nel bar pasticceria «Vintage» e infine nella forneria Righetti di Pompegnino, Buona lettura a tutti. •

1 2 3 4 5 6 >