Squarciano gli
pneumatici alle
auto dei turisti

I vandali in azione a Saviore hanno squarciato oltre 40 pneumatici Per recuperare tutte le auto danneggiate sono servite cinque ore
I vandali in azione a Saviore hanno squarciato oltre 40 pneumatici Per recuperare tutte le auto danneggiate sono servite cinque ore
Lino Febbrari10.08.2020

Armati probabilmente di una roncola affilata hanno squarciato oltre 40 pneumatici di quindici autovetture dei turisti che avevano deciso di trascorrere la domenica nella suggestiva cornice naturale di Saviore dell’Adamello. Teatro di un raid vandalico senza precedenti nella zona l’area attorno a Malga Lincino da dove parte il sentiero per il rifugio Lissone. Gli escursionisti avevano parcheggiato le loro auto ai margini delle zone di pascolo, qualcuna in verità anche dentro i prati, per incamminarsi nel bosco. Al loro ritorno hanno scoperto lo scempio: il carro attrezzi dell’autofficina Gasparini di Ceto ha dovuto fare la spola dalle 15 alle 20,30 tra il deposito e il sentiero per recuperare tutte le auto danneggiate. Ogni mezzo aveva almeno due pneumatici lacerati. Sull’episodio, che mina l’immagine turistica di Saviore in una stagione peraltro già difficile per gli strascichi della pandemia, stanno indagando i carabinieri. I sospetti stanno ricadendo fisiologicamente sui malgari che spesso si trovano a fronteggiare l’invasione di escursionisti invadenti e il parcheggio selvaggio nelle zone adibite a pascolo. Non di rado, le auto in manovra finiscono inavvertitamente per sradicare i fili elettrici a bassa tensione installati per mantenere le mucche all’interno dei prati e degli alpeggi. Ma tutto questo ovviamente non giustifica l’atto vandalico di ieri. Ad agire è stata certamente una o più persone che conoscono bene la zona. •