Scuole, frane e impianti: il sindaco lancia un piano da un milione di euro

Capo di Ponte ha varato un pacchetto di interventi infrastrutturali
Capo di Ponte ha varato un pacchetto di interventi infrastrutturali
L.RAN. 23.10.2019

Andrea Ghetti, a pochi mesi dall’elezione a sindaco di Capo di Ponte, ha già messo in agenda una serie di interventi da realizzare entro fine anno e nel 2020: la previsione di spesa supera il milione di euro. LA PRIORITÀ è per il lavori sulla frana di via Rive a Pescarzo, che stanno per essere ultimati, e per la posa di una rete paramassi nella stessa zona. La Regione metterà a disposizione 200 mila euro. La scuola media sarà interessata da un intervento del valore di 50.000 euro per l’abbattimento delle barriere architettoniche della sala riunioni e per l’efficientamento energetico dell’edificio. Il primo cittadino, riguardo al polo scolastico, spiega che «si provvederà, l’anno prossimo, con la messa in sicurezza, la verifica della vulnerabilità sismica, con la controsoffittatura antisfondamento dei solai e l’adeguamento degli impianti per portare a compimento la pratica relativa al certificato di prevenzione incendi. Lo sforzo sarà di 440.000 euro, 350.000 dei quali ci saranno assegnati dal ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca». Il Comune si occuperà anche di completare il muro di via Convento grazie ai 40 mila euro, finanziati dalla Regione e della sistemazione della valletta in località Tese-Gamberere che richiederà un investimento di 50 mila euro. Si proseguirà nel miglioramento della fruizione del Parco archeologico comunale di Seradina-Bedolina, istituito nel 2005 e gestito dall’Agenzia Turistico Culturale Comunale, impegnando poco meno di 20.000 euro. «In particolare - precisa la vice sindaco Laura Masnovi - saranno riqualificati i percorsi, potenziata la cartellonistica, pulita e restaurata la roccia n. 12. Nella zona delle rocce incise, questo mese si stanno svolgendo gli eventi per celebrare al meglio il 40° compleanno del sito Unesco della Valcamonica». Anche la caserma dei carabinieri e gli alloggi degli anziani «saranno oggetto di intervento - conclude il sindaco -: si sostituiranno i serramenti, impegnando 106.000 euro per il fabbricato dell’Arma e 110 mila euro per quello della terza età». © RIPRODUZIONE RISERVATA