Sci giovanissimi, si torna in pista gratis

Piste gratuite per gli sciatori in erba della Valcamonica
Piste gratuite per gli sciatori in erba della Valcamonica
C.VEN. 30.10.2019

Il freddo annunciato non è ancora arrivato, in compenso l’inverno si avvicina, e torna in pista il progetto di Comunità montana, Bim, Comuni e comprensori sciistici battezzato «Freeskipass» e dedicato all’accesso facilitato agli sport invernali dei più giovani. La novità di quest’anno riguarda i nati nel 2014, ora compresi nella misura che punta a far sciare gratis i bambini dai 5 ai 16 anni. «Abbiamo aumentato la platea rispondendo a una forte richiesta - commenta Massimo Maugeri, assessore allo Sport della Comunità montana -. Per rendere possibile l’ulteriore passo, la Comunità mette a disposizione risorse in più, un totale di 130mila euro. A questo si aggiungono i 110mila finanziati dai comuni per l’operazione». L’OBIETTIVO è promuovere lo sport sulla neve, dare uma mano alle famiglie e aiutare i comprensori sciistici: «Gli enti comprensoriali - aggiunge Sandro Farisoglio, presidente di entrambi - mostrano grande attenzione alla salvaguardia, allo sviluppo e alla promozione della montagna e degli impianti del territorio sostenendo le loro progettualità». 5.482 gli skipass emessi lo scorso anno nei 75 Comuni aderenti. Un progetto che ha coinvolto 182.971 abitanti e sei stazioni sciistiche che quest’anno aumentano: Colere rientra nell’iniziativa e si aggiunge a Pontedilegno-Tonale, Aprica, Borno, Montecampione, Monte Pora e Val Palot. Significativi anche i riparti (basati sui primi passaggi), che danno la misura dell’appeal delle piste del territorio. Ovviamente è l’alta valle a farla da padrona con 18mila passaggi registrati. Segue Borno con 6.313, quindi Montecampione con mille in meno, il Monte Pora con 4.883. Infine Aprica ne registra poco più di 3.200, la Presolana 2.787 e la Val Palot 1.338. CERTAMENTE un progetto che ha fatto centro e che presto potrebbe generarne uno gemello: è allo studio uno skipass stagionale di bassa valle per tutti a un prezzo convenzionato (le stazioni aderenti sono in definizione) che includerà anche due giornalieri nell’alta valle. •