Raccolta puntuale dei rifiuti Malegno modello di efficienza

Indifferenziata col microchip
Indifferenziata col microchip
Claudia Venturelli 25.09.2019

Si chiama tariffa puntuale sui rifiuti, e a Malegno, un paese da sempre all’avanguardia rispetto al resto della valle, ha già raggiunto un primo importante obiettivo: quello di aver aumentato il riciclato e diminuito l’indifferenziato che più pesa sull’ambiente e sulle tasche di chi lo deve smaltire. A un anno e mezzo dall’introduzione, che si è fatta desiderare perché carica di prove e test per Comune e Vallecamonica servizi, è già possibile tracciare un bilancio: «Siamo soddisfatti - esordisce l’assessore all’Ambiente Marco Sigala -, perché dopo il primo periodo di ambientamento, già nella seconda parte del 2018 gli svuotamenti sono diminuiti. La tendenza si è poi confermata nel 2019: nei primi sei mesi c’è stato un calo del 40% rispetto alla media del 2018». La Tarip si ispira al principio «chi inquina paga», garantendo un rapporto diretto tra quanto si produce e quanto si andrà a versare. Raggiungere l’equilibrio nel calcolo non è stato semplice: è stata fatta una differenza tra utenze domestiche e non domestiche, e poi rispetto al numero dei componenti dei nuclei familiari. Due principi che dettano il numero di svuotamenti minimi dei cassonetti dotati di microchip assegnati annualmente a un’utenza (in base ai litri del contenitore). Svuotamenti minimi che se superati peseranno sulla bolletta. LO HANNO capito strada facendo i malegnesi, chiamati a confrontarsi con la propria coscienza e col proprio portafoglio. «Cercheremo di aumentare la percentuale di raccolta e sensibilizzare al consumo responsabile incentivando per esempio a un minor acquisto di imballaggi e beni monouso», aggiunge l’assessore. La svolta ha incentivato molti a fare meglio, ma ha anche portato a galla un problema conosciuto in tutta la valle: l’abbandono di rifiuti. «Si è verificato qualche caso isolato di abbandono - conclude Sigala -; soprattutto vicino ai cestini e in zone critiche e isolate. Per rispondere abbiamo installato le telecamere di sorveglianza e una persona è già stata multata». •

1 2 3 4 5 6 >