L’Ice Dom rompe il ghiaccio

Il teatro nel ghiaccio in costruzione sul Presena
Il teatro nel ghiaccio in costruzione sul Presena
Lino Febbrari 20.12.2018

Una decina di persone coordinate dall’artista statunitense Tim Linhart sono al lavoro sul ghiacciaio Presena poco oltre passo Paradiso per completare l’Ice Dom: il teatro di ghiaccio capace di contenere circa 200 spettatori, che da gennaio a marzo ospiterà una cinquantina di concerti veramente da brividi, con musicisti impegnati a suonare strumenti fatti anch’essi di ghiaccio. Violino, violoncello, chitarra, percussioni, mandolino, contrabbasso sono alcune delle opere costruite da Linhart. Quattro i concerti previsti a settimana, il giovedì alle 15 e alle 16.30 e il sabato alle 16 e alle 18. Al giovedì la Ice Music Orchestra proporrà un repertorio che spazia da Vivaldi a Čajkovskij, dalla musica popolare a diversi brani inediti, mentre il sabato toccherà a musicisti internazionali proporre vari generi musicali, dal jazz al rock alla musica italiana anni ’80. Lo scorso inverno Linhart realizzò un violoncello che il maestro Giovanni Sollima suonò in numerosi teatri italiani per far riflettere gli spettatori sul tema dell’acqua e della sua importanza a livello planetario per l’ambiente e per l’umanità. L’ultimo concerto il 10 febbraio scorso al Politeama Garibaldi di Palermo, poi lo strumento musicale è stato fuso con le acque del Mediterraneo. Per questa stagione invernale lo scultore ha proposto al consorzio Pontedilegno Tonale la creazione del teatro di ghiaccio e la serie di concerti: una singolare proposta che sicuramente catturerà l’interesse di moltissima gente. • © RIPRODUZIONE RISERVATA