Mancano ancora
i professori, rinviato
l’inizio delle lezioni

Il plesso scolastico delle medie nella frazione di Gratacasolo: rinviato l’inizio delle lezioni
Il plesso scolastico delle medie nella frazione di Gratacasolo: rinviato l’inizio delle lezioni
Alessandro Romele11.09.2019

Mancano insegnanti e così la scuola aprirà in ritardo. Succede a Pisogne, dove il Consiglio dell’istituto comprensivo Corna Pellegrini ha deliberato lo slittamento dell’inizio delle lezioni per la scuola media da domani al 18 settembre. Una scelta obbligata per la dirigente scolastica Gemma Scolari, decisamente coraggiosa, che va ricondotta alle informazioni ricevute nella Conferenza dei servizi del 3 settembre scorso, relative alle nomine dei docenti a tempo determinato, slittate al prossimo 23 settembre.


IN SOSTANZA, tra le sedi di Pisogne e Gratacasolo sarebbero state disponibili solo 14 insegnanti su 36 cattedre, e un insegnante di sostegno sui 5 previsti. «Dopo avere parlato con il dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale Giuseppe Bonelli - ha sottolineato la dirigente pisognese - abbiamo effettuato questa scelta. Non è stato facile, ma abbiamo messo, come nostro dovere, lo studente al primo posto. Avremmo potuto partire con le lezioni domani, come da calendario regionale: il corpo docenti sarebbe stato risicatissimo e gli studenti avrebbero perso ore e giornate preziose. Con questa iniziativa, abbiamo invece optato per lavorare con i ragazzi nel modo migliore». Si partirà dunque il 18 settembre, già sabato 21 però le scuole rimarranno ancora chiuse, e le lezioni torneranno ad essere regolari da lunedì 23. Da sottolineare che gli studenti non perderanno nessun giorno di scuola: la chiusura delle lezioni slitterà al 13 giugno, e non il 10 come da calendario. Inoltre, due ponti non verranno effettuati: si andrà a scuola il 2 maggio, sabato, ed il primo giugno, lunedì. La scelta della dirigenza è dettata dal fatto che da quest’anno l’Ufficio scolastico territoriale ha avviato, congiuntamente con il ministero, una speciale sperimentazione, già testata in Molise nel 2018: «Le nomine dei docenti a tempo determinato avverranno in giorni prestabiliti, saranno simultanee e tramite l’utilizzo di una piattaforma - spiega Gemma Scolari - è una novità estremamente importante per le scuole perché consente di ottenere il personale necessario in tempi brevi, in cattedra dal giorno dopo della convocazione. In attesa dei nuovi docenti abbiamo quindi deciso di rimodulare l’orario ed il calendario per offrire il miglior servizio possibile a studenti e famiglie».


QUESTO consentirà, entro il 25 settembre, di avere tutte le cattedre coperte, contrariamente a quanto avveniva negli anni scorsi. «E questa è certamente una situazione positiva ed importante - continua la preside dell’Istituto Corna Pellegrini – negli anni scorsi c’è sempre stato un ritardo nelle nomine: lo scorso anno il completamento del corpo docente è avvenuto addirittura a metà ottobre. Rimandiamo di una settimana l’avvio, ma al rientro saremo a posto».

1 2 3 4 5 6 >