I campioni di umanità si meritano un premio

C.VEN. 11.10.2019

Lo scorso anno era stato assegnato ai tre volontari bresciani - Guido Poletti, Fabio Moreni e Sergio Lana - assassinati in Bosnia il 29 maggio del 1993 durante un’azione umanitaria in favore della popolazione colpita dalla guerra. Quest’anno i giochi sono ancora aperti. Il sindaco di Malegno Paolo Erba infatti ha aperto le candidature per il premio «Mites terram possident» per la solidarietà e la pace 2019. Il riconoscimento (che viene assegnato ogni anno a persone, associazioni, istituti e organizzazioni in prima fila in progetti e azioni di solidarietà e pace o in atti concreti di generosità e bontà umana, a livello mondiale, nazionale, locale) è costituito da una somma in denaro più un manufatto raffigurante lo stemma del Comune di Malegno e il suo motto, appunto «Mites terram possident». Chiunque può avanzare le candidature, depositando all’ufficio Protocollo del Comune un documento scritto nel quale vengono evidenziate le motivazioni della proposta entro e non oltre le 12 di lunedì 4 novembre. SONO già tredici, quante le edizioni, le persone, camune e non, che si sono distinte e quindi sono state ritenute meritevoli del premio che ormai rappresenta questa comunità valligiana. Persone ma non solo, perchè negli anni anche alcune associazioni hanno ricevuto il riconoscimento, per la bontà del loro operato a favore del territorio. Come detto, i giochi per il 2019 sono ancora aperti e chiunque può avanzare la propria proposta, che sarà poi vagliata, fino a decidere il vincitore, dal comitato incaricato della selezione. •

1 2 3 4 5 6 >