Figna e «Ponte Lungo» Lavori in corso e disagi per due blocchi stradali

Lavori in corso per il nuovo Ponte Lungo
Lavori in corso per il nuovo Ponte Lungo
L.RAN. 11.10.2019

Nel cuore dell’autunno Ceto è alle prese con i cantieri per il ripristino dei danni causati dal maltempo estivo, e se in prima fila ci sono i lavori avviati per la costruzione del nuovo Ponte Lungo in Valpaghera, sul territorio è aperto anche l’intervento sul torrente Figna, per rimuovere la strozzatura causata dalle frane e assicurare il deflusso delle acque verso sotto il ponte della provinciale. Proprio questo cantiere ha costretto la sindaca Marina Lanzetti a firmare un’ordinanza di chiusura al transito, all’altezza del bivio per Ono San Pietro, della provinciale Bs 42 (la ex statale) che probabilmente rimarrà in vigore fino al 16 novembre. Fino ad allora i veicoli in transito da e per l’alta valle (eccetto quelli dei residenti) dovranno percorrere le comunali interne a Nadro (le vie Alberto Tarsia e Donatori di Sangue) per poi riprendere il normale tragitto. I lavori sul Figna sono iniziati con qualche giorno di ritardo per problemi organizzativi e la sindaca Lanzetti ricorda che «sono molti i problemi legati alla realizzazione, perché in quella zona sono presenti la tubazione del metano, il collettore fognario, la fibra ottica e la ferrovia; che è stata subito messa in sicurezza. Questo problema era stato accantonato da anni proprio per la presenza di questi servizi, e magari si sono sottovalutati i rischi». INTANTO anche in Valpaghera la strada d’accesso è stata interdetta al transito (si passa dalla mulattiera tra Braone e Piazze a senso unico alternato) per consentire la realizzazione dei micropali di fondazione del nuovo ponte. «È stata rimossa la tubazione dell’acqua che alimenta l’acquedotto e la nostra centralina - spiega Marina Lanzetti -, e grazie alla collaborazione dei cittadini che l’hanno razionata, le riserve presenti nelle vasche hanno permesso di non interrompere l’erogazione. Ora la condotta forzata è volante e rimarrà tale fino alla posa definitiva del Ponte Lungo». A breve arriveranno da Verona (dove l’impresa vincitrice dell’appalto ha il magazzino) le parti in ferro realizzate in officina e verranno depositate in un locale al Badetto per poi essere trasportate in quota.

1 2 3 4 5 6 >