Con pelli e racchette alla conquista della Mola

Scialpinisti verso la Mola
Scialpinisti verso la Mola
L.FEB.29.01.2019

Rinviato al 10 marzo per la poca neve il tradizionale raduno del Piz Tri, domenica il programma di Winter Tour, il ciclo di venti eventi che raggruppa il meglio dell’inverno camuno, prevede la bella manifestazione «La Mola l’è dura», orchestrata dalla sezione del Cai di Edolo. Anche questa è ormai una classica del panorama degli sci con le pelli di foca e con le racchette da neve, che come tutte le altre iniziative invernali si traduce soprattutto in un giorno di festa tra amici che amano la natura, all’insegna del sudore e della fatica, ripagati da paesaggi da mozzare il fiato. Mola è la montagna di casa per gli edolesi: uno splendido pianoro posto a circa 1700 metri di quota raggiungibile anche risalendo in auto (quando le condizioni meteo lo consentono) per una decina di chilometri il versante alle spalle dell’abitato. IN QUESTO CASO scialpinisti e caspolatori saliranno dal fianco opposto che si affaccia su Monno, per un dislivello di circa 1200 metri. Il tracciato è comunque alla portata di tutti, all’inizio tra prati e abetaie per arrivare infine alle vaste praterie delle cime che sovrastano l’altopiano, dove nel 2010 gli alpini edolesi hanno costruito una chiesetta dedicata al beato don Gnocchi e ai caduti del battaglione Edolo. I fiocchi scesi dal cielo tra domenica sera e ieri hanno contribuito ben poco a incrementare il manto bianco; altra neve è attesa nelle prossime ore e perciò il raduno si dovrebbe svolgere senza problemi. Il programma? Il ritrovo è fissato in piazza Martiri a Edolo alle 7, oppure al campo sportivo di Monno mezz’ora dopo. Da questo punto inizierà l’ascesa che, in un paio d’ore, permetterà di raggiungere l’agognata meta. Iscrizione (entro giovedì) 10 euro (altri 10 per il pranzo al rifugio Mola Bassa). Anche se la neve sul tracciato potrebbe essere poca, gli organizzatori raccomandano di portare nello zaino l’Artva, una pala e una sonda. Informazioni allo Iat di Edolo (0364 71065), al 348 0838189 oppure su caiedolo.net. •