Un commando
armato assalta
il bancomat

A Calcinato si è consumato il  48esimo assalto dell’anno ai bancomat
A Calcinato si è consumato il 48esimo assalto dell’anno ai bancomat
Valerio Morabito02.12.2019

Un vero e proprio commando armato di pistole e di un ordigno artigianale che non è riuscito a fare esplodere a causa del sistema d’allarme. È sfumato così il 48esimo assalto ai bancomat - tra tentati e riusciti - compiuto nel Bresciano dall’inizio dell’anno. La media di un raid a settimana specchio di una vera e propria emergenza.


NEL MIRINO l’altra notte è finita la filiale della Banca di credito cooperativo del Garda in piazza Aldo Moro di Calcinato. Erano le 3 quando quattro individui arrivati sul luogo del colpo a bordo di un Suv, hanno cercato di fare irruzione dalla porta d’ingresso della banca. In questo modo, una volta entrati, avrebbero innescato l’esplosivo per far saltare in aria il forziere blindato. Ma quando impugnando una mazza hanno cercato di infrangere il vetro della porta è scattato l’allarme. Dopo un attimo di incertezza, i ladri sono risaliti sul Suv dileguandosi nella notte. Le telecamere di videosorveglianza di un esercizio della piazza hanno tuttavia ripreso l’assalto. Dal video, seppur non di bassa qualità, si scorgono i ladri che impugnano degli arnesi per scassinare la porta e un involucro che presumibilmente conteneva l’esplosivo. Due dei banditi, stando sempre alle immagini, hanno in mano un’arma, ma non si capisce se si tratti di una pistola vera o una riproduzione giocattolo.


PER QUESTIONE di una manciata di secondi, i ladri in fuga non hanno incrociato l’auto dei vigilantes e la pattuglia del carabinieri che scattato l’allarme sono confluite in piazza Aldo Moro. I blitz esplosivi a bancomat e postamat hanno subito una vera e propria escalation da settembre. Uno degli ultimi colpi messi a segno nella Bassa è stato quello di Manerbio. In quel caso era finito nel mirino lo sportello dell’agenzia della Bcc Cassa Padana situato all’incrocio tra via Matteotti e via Luzzago, in pieno centro storico. I ladri erano fuggiti con una refurtiva di circa 30 mila euro. A differenza di quello che è accaduto a Calcinato, però, ad agire erano stati dei veri professionisti, considerato che il coefficiente di difficoltà del furto era elevato perché il bancomat era custodito in un locale blindato. Nonostante ciò erano riusciti a scappare con un cospicuo bottino, mentre alla Bcc del Garda di Calcinato sono fuggiti. La porta d’ingresso della filiale di piazza Aldo Moro ha riportato danni leggeri che non comprometteranno la regolare apertura dell’agenzia.


© RIPRODUZIONE RISERVATA