Travolge una 13enne, fugge e poi ci ripensa

I rilievi della Polizia locale di Iseo sul luogo dell’incidente avvenuto ieri mattina a Clusane
I rilievi della Polizia locale di Iseo sul luogo dell’incidente avvenuto ieri mattina a Clusane
Alessandro Romele 24.08.2019

Ha investito con l’auto una ragazzina di 13 anni, residente a Clusane d’Iseo, poi è scappato senza prestare soccorso. Niente di irreparabile, per fortuna: la ragazza, che era in bicicletta, ha riportato solo lievi contusioni dopo essere stata travolta in via Risorgimento, sul tragitto che unisce Clusane a Paratico. Si può parare di «pirata della strada»: una 35enne, che è ripartita pochi istanti dopo l’impatto lasciando la 13enne dolorante sull’asfalto, senza fermarsi per assumersi le sue responsabilità, o almeno per constatare la gravità dell’incidente. Solo dopo due ore si è presentata spontaneamente alla Polizia locale, che era comunque già sulle sue tracce. L’INCIDENTE è successo intorno alle 9 di ieri mattina: l’adolescente stava attraversando la carreggiata all’altezza dei campeggi, in sella alla sua bici, quando l’auto, una Citroen Xsara Picasso, l’ha colpita scaraventandola a terra. In un primo momento l’automobilista, residente nella provincia bergamasca, si è fermata per qualche istante: ha dato un’occhiata, ma poi è ripartita. Sul posto sono giunti con tempestività i mezzi di soccorso: i sanitari dell’ambulanza della Croce Rossa di Iseo, allertati dalla centrale operativa del 112 hanno prestato le prime cure sul posto, per poi caricare la ragazza sull’autolettiga e trasportarla all’ospedale Civile di Brescia. Fortunatamente la 13enne se l’è cavata con contusioni ed escoriazioni: è sempre stata cosciente e non si trova in pericolo di vita. Sul posto anche la Polizia locale di Iseo, che ha svolto i rilievi. Le persone presenti hanno dichiarato di avere visto un’auto «pirata» investire la piccola ciclista e poi scappare. Dopo avere raccolto le testimonianze, tra cui un numero di targa e la marca del mezzo, gli agenti si sono messi sulle tracce dell’investitore. POCO DOPO mezzogiorno, la svolta: in ufficio, dal comandante Giovanni Peroni, si è presentata una donna che ha ammesso di avere investito la ragazza a Clusane. Ha anche aggiunto di essere scesa dall’auto e di avere chiesto alla giovane il suo stato di salute, ma ha aggiunto che dopo essere stata rassicurata è ripartita in auto. Toccherà ora alla Polizia locale chiarire definitivamente l’accaduto, la posizione e le responsabilità della donna. Proprio ieri mattina inoltre, sempre a Clusane d’Iseo, intorno alle 10.30 si è verificato un altro incidente: un motociclista di 22 anni proveniente da Paratico ha perso il controllo del mezzo ed è finito contro le cassette del fruttivendolo a bordo strada. Il 22enne, trasportato al vicino ospedale di Iseo dall’ambulanza della Croce rossa ha riportato solo alcune contusioni. •

1 2 3 4 5 6 >