Sfregiata con la vernice la Madonna della Torbiere Esplode l’indignazione

La nicchia che custodisce la Madonna sfregiata con lo spray
La nicchia che custodisce la Madonna sfregiata con lo spray
A.ROM. 14.09.2019

Nonostante l’apparente rivendicazione politica delle scritte che hanno imbrattato e profanato un simbolo sacro, sta suscitando un’indignazione generale e trasversale il raid vandalico compiuto ai danni della Madonna che «protegge» le persone in transito sulla strada da Iseo e Provaglio con vista sulle Torbiere. Sul basamento della nicchia che custodisce il dipinto della Vergine è comparso uno slogan con la vernice nera dal contenuto emblematico: «Ave Maria, proteggimi da Salvini». UN GESTO OFFENSIVO nei confronti della devozione mariana. L’episodio ha alimentato sui social un’ondata di sconcerto. «A prescindere dal contenuto delle scritte, lascia sbigottiti il fatto che si utilizzi la frase di una preghiera per instillare l’odio», osserva Giovanna di Provaglio con un post. «E pensare che tutti accusano la Lega di alimentare la cultura dell’intolleranza. Se questa è l’alternativa che ci aspetta siamo davvero messi male...», incalza Lorenzo, uno dei volontari spesso impegnato nella pulizia delle Torbiere. Al netto dell’inevitabile dibattito a sfondo politico, tutti i commenti su Facebook sono concordi nell’auspicare che le scritte vengano rimosse e il piedistallo ripulito. Altri annunciano una denuncia ai carabinieri e alla Polizia locale per fare luce su un «atto vandalico inaccettabile perchè colpisce un simbolo religioso». Sull’episodio è intervenuto anche Mattia Zanardini nella duplice veste di assessore di Sale Marasino e vicesegretario Provinciale della Lega, che ha parlato di «gesto vile e deprecabile: spero sia fatta al più presto chiarezza su un'azione tanto offensiva quanto blasfema».

1 2 3 4 5 6 >