Mai più bambini con l’amianto sulla testa

Amianto sui tetti: un’eredità del passato per molti edifici scolastici
Amianto sui tetti: un’eredità del passato per molti edifici scolastici
29.03.2020

Giancarlo Chiari Il timore del contagio che pesa su sentimenti e affetti dei Palazzolesi, non ha impedito alla giunta di continuare, con gli uffici, la ricerca di contributi per finanziare e migliorare la qualità degli edifici scolastici, una priorità dell’amministrazione del sindaco Gabriele Zanni. Completata la costruzione degli uffici e dell’auditorium e la riqualificazione della palestra della media Fermi, in questi giorni dalla Regione è arrivata la comunicazione di un contributo del 50%, per completare la riqualificazione della Scuola d’infanzia «Andersen» del quartiere San Giuseppe. LA MATERNA del quartiere, originariamente costruita nel 1974, ha già ricevuto interventi importanti di riqualificazione: a gennaio aveva completato la posa del cappotto termico, riducendo notevolmente i costi del riscaldamento, con un investimento di 305 mila euro. Ora potrà vedere completata la sua riqualificazione eliminando radicalmente l’amianto ancora presente nella copertura, con un investimento complessivo di quasi 40 mila euro. Gli uffici comunali, nonostante le difficoltà sono riusciti a mettere a punto la partecipazione al bando regionale «Amiantozero», e qualificandosi al 37 esimo posto nella graduatgoria dei progetti hanno ottenuto un contributo di 18.350 euro. Commentando il risultato, il sindaco Gabriele Zanni ha dichiarato: «ll lavoro amministrativo in questo periodo è complesso, essendo tutti prioritariamente occupati nella gestione dell’emergenza sanitaria. Dobbiamo comunque lanciare uno sguardo al futuro in termini di bilanci, servizi e opere. Per questo siamo contenti del contributo che ci siamo aggiudicati da Regione Lombardia partecipando al Bando. Il contributo ci servirà per completare l’intervento di riqualificazione sulla scuola dell’infanzia di San Giuseppe. L’adeguamento con criteri di compatibilità ambientale, è tra i punti principali del nostro programma. Ringraziamo il nostro ufficio lavori pubblici - concludce il sindaco - la cui competenza nella redazione delle proposte, ci consente di attingere a risorse esterne all’ente, fondamentali per poter realizzare opere necessarie». •