Camion fa schiantare l’auto dei carabinieri

L’incidente è avvenuto sulla provinciale Sp17 tra Chiari e CologneI primi ad accorrere sul posto sono stati i colleghi della Compagnia dei carabinieri di Chiari
L’incidente è avvenuto sulla provinciale Sp17 tra Chiari e CologneI primi ad accorrere sul posto sono stati i colleghi della Compagnia dei carabinieri di Chiari
21.03.2020

Giancarlo Chiari La vecchia sede stradale della Sp 17 che attraversando la campagna collega Cologne a Chiari, è stata teatro ieri poco dopo le 14,30 di uno spaventoso incidente che ha coinvolto un’autocisterna e un’auto di servizio dei carabinieri della Compagnia di Chiari. A BORDO c’erano due militari di due militari di 51 e 37 anni, e con loro un 34 enne fermato poco prima nel corso di una operazione di pubblica sicurezza e che stava per essere portato in caserma. La vettura dei carabinieri con le luci blu e la sirena accesa era infatti diretta verso il comando, quando un camion cisterna proveniente dal Mulino è sbucato sulla provinciale. La macchina dei militari si è trovata quasi di fronte il muso del mezzo pesante, il cui conducente non aveva sentito la sirena e non aveva dato la precedenza. L’urto quasi frontale è stato inevitabile, nonostante la perizia del militare al volante che ha cercato di spostarsi sull’altra corsia, al momento libera: il camion ha centrato l’auto, distrutto il cofano e fatto staccare una delle ruote anteriori, disseminando frantumi su tutta la carreggiata. Ma il carabiniere al volante è riuscito e mantenere il controllo evitando di finire pericolosamente fuori strada o contro altri ostacoli. Ormai però l’urto tremendo c’era stato. L’immediata segnalazione ha fatto confluire sul posto due ambulanze e un’auto medica la cui équipe, dopo le prime cure (uno dei militari sembra abbia riportato la frattura di una gamba), hanno fatto trasportare alle due ambulanze militari e passeggero al Civile di Brescia dove sono ricoverati. Sul posto prima delle ambulanze sono arrivati i colleghi della compagnia guidati dal maggiore Carlo Pessini, che si sono occupati dei rilievi e degli accertamenti su quel tratto stradale. Dopo lo sgombero di vettura e autobotte, la provinciale, chiusa in zona Macina, è stata ripulita e aperta al traffico dopo un paio d’ore. •