Bimbo di 4 anni muore nel pauroso schianto

Nell’incidente avvenuto ieri sera è deceduto un bimbo di 4 anni residente a Chiari Una delle auto coinvolte nella paurosa carambola avvenuta  sull’innesto dell’autostrada A35 al confine tra Cazzago e Rovato Oltre al bambino morto al  Civile, nello schianto ferite due ragazzine di 12 anni ricoverate a Brescia
Nell’incidente avvenuto ieri sera è deceduto un bimbo di 4 anni residente a Chiari Una delle auto coinvolte nella paurosa carambola avvenuta sull’innesto dell’autostrada A35 al confine tra Cazzago e Rovato Oltre al bambino morto al Civile, nello schianto ferite due ragazzine di 12 anni ricoverate a Brescia
Giancarlo Chiari 16.11.2019

Un bimbo di soli 4 anni residente a Chiari è morto nella tarda serata di ieri per le gravi ferite riportate in un incidente avvenuto sullo svincolo della BreBeMi. Stando alla prima ricostruzione della Polizia stradale, la manovra azzardata della Renault Megane guidata dal papà della vittima rimbalzata sulla carreggiata dopo essere entrata in rotta di collisione con la cuspide del guard rail, sarebbe all’origine della paurosa carambola che ha avuto come teatro l’uscita di Rovato della A35. Nello schianto, che ha paralizzato per tre ore l’innesto autostradale, sono rimaste coinvolte tre autovetture. SEI I FERITI: IL PIÙ GRAVE è apparso subito il bimbo di 4 anni che dopo essere stato liberato dalle lamiere è stato trasferito con l’eliambulanza nel reparto di terapia intensiva Pediatrica del Civile di Brescia. Nonostante il prodigarsi dei medici rianimatori, il piccolo è deceduto poco dopo le 23. La vittima era a bordo della Megane guidata dal papà su cui viaggiava anche la sorella maggiore di 12 anni e l’amica coetanea rimaste entrambe gravemente ferite. ERANO LE 18 QUANDO per cause ancora in fase di accertamento da parte della polizia stradale, l’utilitaria ha investito la cuspide dello svincolo ribaltandosi sull’asfalto e sbarrando la strada agli altri due veicoli: l’utilitaria francese è stata investita da due vetture che non sono riuscite ad evitarla. Sul posto sono arrivate tre ambulanze e l’elisoccorso le pattuglie della Stradale di Chiari e Brescia guidate dal comandante Sergio Motterlini, due mezzi dei Vigili del fuoco, i furgoni dell’assistenza della BreBeMi. La corsia è stata chiusa per consentire ai Vigili del Fuoco il recupero dei feriti intrappolati nelle lamiere della Megane. I feriti sono stati ricoverati alla Poliambulanza e al Civile. Molto serie le condizioni di un 38enne che era alla guida di una delle due auto entrate in collisione con la Megane su cui viaggiava la famiglia di Chiari colpita da un dolore indescrivibile. Sulla tragedia dovranno ora fare piena luce gli accertamenti della Polizia stradale. • © RIPRODUZIONE RISERVATA