Loertìs, antichi sapori per nuove tentazioni

La civiltà contadina sarà la «musa» della rassegna di Castel Mella
La civiltà contadina sarà la «musa» della rassegna di Castel Mella
25.04.2019

A Castel Mella torna protagonista uno degli ingredienti simbolo dell’antica cucina contadina. Da oggi a domenica è in programma la quindicesima edizione della «Sagra del loertìs», dal nome dialettale del luppolo comune, una pianta che cresce in abbondanza sulle rive dei fossi. Durante i quattro giorni della festa sarà possibile gustarla in tutte le sue declinazioni, «sposata» alle ricette più tradizionali ma anche a quelle più insolite: ci saranno casoncelli, frittate, risotti, hamburger e focacce speciali. ATTORNO AL GUSTOSO viaggio nella gastronomia popolare , graviteranno una serie di originali iniziative. A tenere a battesimo la rassegna, che avrà come ombelico piazza Unità d’Italia, sarà a mezzogiorno di oggi una degustazione di risotto con i loertìs. Alle 20.15 l’inaugurazione della mostra «Il velocipede - Dalla draisina al ciclismo moderno» allestita nella sala consiliare dal Pedale Vintage. Domani sera spazio alla finale del concorso canoro CantaGiovani. Sabato il centro storico ospiterà il mercatino degli hobbisti e dell’artigianato creativo, mentre alle 16 La Vecchia Fattoria di Pontoglio proporrà una rievocazione storica dedicata al mondo contadino. Il resto della giornata sarà scandito dal battesimo della sella e dalla gimkana dei trattorini, dagli «80 giochi in legno di una volta» e, alle 16.30, dalla sfida benefica «Castel Mella che barba!», che incoronerà il re dei barbuti. I produttori vinicoli del Consorzio Montenetto offriranno una degustazione guidata alla Corte degli assaggi, mentre in serata sfileranno i trattori d’epoca. IL GRAN FINALE è fissato per domenica. Nel ricco programma della giornata spicca il saggio di aratura all’antica alle ore 9.30 in viale Lombardia ed il super spiedo apparecchiato in piazza a mezzogiorno con l’intrattenimento del cantastorie Germano Melotti di Monno. Nel pomeriggio il torneo di briscola, il laboratorio «Favole in cucina», l’esibizione di Banda&Friends, un mix di musica e giochi, e il concerto finale dei Bravi Ragazzi. Per tutta la durata della Sagra si può gustare un piatto a base di loertìs anche in alcuni locali convenzionati: i ristoranti-pizzeria Amalfitana, Pizzart, 44 Piatti, Cenacolo e La Perla, la Forneria Pane e Fantasia e la gelateria Le Donne Gentili. •

1 2 3 4 5 6 >