Brescia a Milano fa la parte della leonessa del turismo

Giuseppe Spatola 21.06.2019

Brescia regina del turismo lombardo. La provincia, infatti, naviga nelle zone alte della classifica delle presenze di turisti internazionali, secondo la ricerca «Il turismo in Lombardia 2018», realizzata da PoliS Lombardia sulla base di dati Istat. Per quanto riguarda le presenze, i turisti nelle strutture della Leonessa sono per la gran parte di provenienza straniera (72% contro un 28% di italiani); per presenze si intendono le notti trascorse negli esercizi ricettivi nel periodo considerato. Più riequilibrato il dato relativo agli arrivi (che identificano il numero di clienti arrivati che hanno effettuato il check in nell’esercizio ricettivo nel periodo considerato): a fronte di un 42,8% di presenze italiane, Brescia vanta un 57,2% di stranieri, che frutta un 4° posto nella classifica delle province lombarde. Sostanzialmente stabile la situazione degli alberghi (715 unità), con una variazione positiva dell’1,6% delle unità registrate nel biennio 2017/2018, e un -0,1% nel triennio 2015/2018. IN FORTE crescita l’extralberghiero, con un +241,7% nel periodo 2015/2018 (26,7% tra il 2017 e il 2018), per un totale di 4.134 strutture, il dato più alto in Lombardia. Mediamente gli alberghi hanno 55 posti letto, sotto la media regionale (69), mentre per quanto riguarda l’extralberghiero Brescia ne ha 21 (numero medio dei posti letto disponibili). Per quanto riguarda, infine, la densità ricettiva, Brescia ha 70,1 posti letto ogni 1.000 residenti. Con 29.030 posti letto e 3.280 strutture (2018) Brescia si conferma la più dotata con un notevole incremento rispetto al 2015 quando si contavano 496 strutture per un totale di 11.422 posti letto. Ammontano a 1.649.188 le presenze registrate, 288.559 gli arrivi, per una variazione in positivo nel triennio 2015/2018 dell’88,7% (presenze) e 96,9% (arrivi). La durata media del soggiorno a Brescia è 5,72 giorni. • Giuseppe.spatola@bresciaoggi.it

1 2 3 4 5 6 >