Ladri scatenati, blitz notturni in cinque case

Le denunce sono state raccolte dai carabinieri di Desenzano
Le denunce sono state raccolte dai carabinieri di Desenzano
Silvia Avigo22.11.2020

Prima il suono di alcuni sistemi di allarme scattati all’improvviso, poi le grida spaventate di chi chiamava aiuto perché se li è trovati davanti, oppure ha sentito il rumore degli scassi in corso: sta di fatto che a Desenzano, nella notte tra venerdì e ieri, tra le 3 e le 4 del mattino, molti dei residenti di due vie nella zona alta di Capolaterra hanno vissuto momenti di paura e adesso sono decisamente preoccupati: in contemporanea i ladri hanno assediato due appartamenti e due villette in un’operazione forse coordinata. PIÙ DISTANTE, in zona Madergnago, in via De Balaguer, in una villa bifamiliare dove risiedono sei persone (nonni, coniugi e due figli) un ladro è stato scorto nella notte e messo in fuga anche in questo caso dalle grida. Ma sono almeno cinque effrazioni in una notte: una notte decisamente travagliata. In via Lorenzini il proprietario di un appartamento è stato svegliato di soprassalto nel cuore della notte dal suo cane che abbaiava alla porta finestra affacciata sul giardino come mai aveva fatto in precedenza. Accesa la luce, in pochi secondi, si è accorto che qualcuno c’era davvero, forse due persone che si sono date immediatamente alla fuga rovesciando un vaso e di cui si è potuta solo vedere l’ombra. Ma in contemporanea in una villa poco distante altri furfanti avevano già manomesso l’allarme perimetrale dell’abitazione facendo però scattare quello interno. Il proprietario, hanno raccontato alcuni vicini, è intervenuto immediatamente con coraggio intimando ai ladri di andarsene: li ha affrontati armato di una mazza da baseball, assistendo all’immediata fuga di almeno due individui che hanno fatto perdere le loro tracce nel buio. Di certo non se la sono passata meglio i residenti di via Erculiano Papa, la piccola traversa di viale Cavour tra l’ospedale e piazza Garibaldi. Stesso orario, ma con modalità leggermente diverse. In un appartamento l’allarme è stato disattivato, sempre due ladri si sono introdotti al suo interno svegliando prima una bambina, poi la madre che se ne è trovato uno ai piedi del proprio letto. Alto, vestito di nero, con capelli folti e ricci, che davanti alle grida della donna è scappato, ma che in questo caso ha portato via con sé un bottino, quantificato in diverse centinaia di euro in contanti. A POCHI metri di distanza, quasi contemporaneamente, qualcuno stava cercando di scassare il portoncino blindato di una villa, al cui interno riposavano una signora anziana e sua nipote. La giovane è stata avvisata prima telefonicamente, poi soccorsa dai vicini che avevano sentito il frastuono e si sono affacciati alla finestra per intimare ai ladri di andarsene, assistendo alla fuga di uno di loro. Sul posto, dopo l’allarme, sono intervenuti i carabinieri della stazione di Desenzano che stanno indagando sulla questione e ascoltando tutti i testimoni. • © RIPRODUZIONE RISERVATA