Droga dalla Spagna al cugino ignaro

I carabinieri della stazione di Nuvolento hanno denunciato i 4 giovaniPanetti di droga in una foto d’archivio
I carabinieri della stazione di Nuvolento hanno denunciato i 4 giovaniPanetti di droga in una foto d’archivio
M.P. 15.12.2019

Il trucchetto non ha funzionato, è stata la zia a smascherarlo. Un trucchetto con un obiettivo: far arrivare 2 chili di droga a casa del cugino ignaro, a Prevalle, per ridurre al minimo, i rischi. Ma è andata male a quattro giovani denunciati in stato di libertà dai carabinieri della stazione di Nuvolento. Le indagini hanno consentito di scoprire che uno di loro, la scorsa settimana era stato in Spagna. LÌ AVEVA ricevuto da 2 complici, un 24enne marocchino e un 19enne del Burkina Faso una ricarica su Postepay. Quello sarebbe il denaro con cui ha acquistato i due chili, tra marijuana e hashish, di droga. Per non rischiare, però ha pensato di spedirli, attraverso un corriere a cui ha dato l’indirizzo del cugino. Il 24enne in Spagna ha quindi spedito il pacco al cugino. La droga è stata consegnata all’abitazione del cugino che non poteva minimamente immaginare quale fosse il contenuto del pacco. Inoltre, poco dopo la consegna sono arrivati a casa del destinatario inconsapevole dei due chili di droga, il 24enne marocchino, il 19enne del Burkina Faso e successivamente il cugino «spedizioniere». La zia di quest’ultimo ha però voluto vedere cosa ci fosse nel pacco e l’ha aperto scoprendo quindi la droga. Per i tre e un loro presunto complice, è scattata la denuncia in stato di libertà. • © RIPRODUZIONE RISERVATA