Dramma sulla
45 bis: donna
uccisa dall’auto

I rilievi della Polizia per ricostruire l’esatta dinamica della tragedia
I rilievi della Polizia per ricostruire l’esatta dinamica della tragedia
Paola Buizza12.09.2019

Buio, silenzio e poche auto in transito. Tranquillità apparente lungo la Gardesana che in pochi attimi si è trasformata nel teatro dell'ennesima tragedia all’altezza di Mazzano. Alle 21.40 una donna è stata travolta mentre attraversava la strada e lì, su quella stessa strada, è morta.


UNA DINAMICA ancora tutta da ricostruire e avvolta da interrogativi. A partire dall’identità della vittima e dal perché fosse su quel tratto di 45bis così buio e isolato. Rilievi e indagini in capo alla Polizia Stradale di Iseo, ieri sul posto con ambulanza e auto medica. Due probabilmente i mezzi coinvolti nell’incidente: un’auto e un furgoncino. Secondo una prima ipotesi, tutta da accertare, la donna sarebbe stata travolta due volte: dall’auto, che l’avrebbe caricata sul cofano e sbalzata sull’asfalto e dal furgone che seguiva a breve distanza e non avrebbe avuto il tempo di accorgersi dell’accaduto. Al vaglio degli agenti anche le testimonianze raccolte sul posto per accertare le versioni fornite, soprattutto quella di chi ha raccontato di aver visto una donna allontanarsi di corsa da un’auto in sosta nei pressi del benzinaio che si trova a poche centinaia di metri dal punto dell’investimento. La donna si sarebbe messa a correre e proprio nel punto più buio, dove non ci sono lampioni ad illuminare la strada, avrebbe deciso di attraversare la 45bis sulla quale stavano transitando l’auto e il furgoncino. Un impatto violento che non le ha lasciato scampo. I soccorritori non hanno potuto far nulla, troppo gravi i traumi riportati dalla vittima. Ora sarà fondamentale ricostruire ogni dettaglio e a tal fine serviranno anche le telecamere del sistema di videosorveglianza della stazione di servizio che con ogni probabilità finiranno sotto sequestro.

1 2 3 4 5 6 >