Travolti da un albero muoiono due fratelli

Per i due fratelli non c’è stato niente da fare FOTOLIVE/Filippo VeneziaL’albero abbattuto dal vento e a terra una delle due vittime recuperate dalle acque tumultuose dell’Oglio
Per i due fratelli non c’è stato niente da fare FOTOLIVE/Filippo VeneziaL’albero abbattuto dal vento e a terra una delle due vittime recuperate dalle acque tumultuose dell’Oglio
Massimiliano Magli 12.05.2019

Sorpresi dalla tempesta mentre si trovavano sulle rive dell’Oglio per una battuta di pesca sono stati travolti e scaraventati in acqua da un albero che ha ceduto di schianto sotto la furia del vento. La coppia di fratelli romeni non ha avuto scampo: sono morti annegata davanti allo sguardo impotente di un terzo connazionale. La tragedia si è consumata ieri sera lungo la pista ciclabile che costeggia il fiume a Urago d’Oglio. Le vittime sono un 48enne residente in città e appunto il fratello di sei anni più giovane che abitava a Borgosatollo. Un dramma assurdo, legato a una fatalità dai contorni assurdi: le vittime - stando al racconto del testimone della duplice tragedia - si sono rifugiati sotto un grande albero per proteggersi dalla grandinata che in quel momento flagellava l’area golenale dell’Oglio. La pianta si è improvvisamente spezzata all’altezza delle radici ed è si abbattuta sui pescatori. E anche in questo caso il destino ha giocato un ruolo fondamentale nel dramma spingendoli nel fiume. Il 48enne è stato colpito alla testa con violenza dal fusto finendo nel fiume: il trauma gli ha fatto perdere conoscenza ed è morto annegato nella gelida acqua del fiume. Il fratello è rimasto incastrato tra l’acqua e l’albero, bloccato sul torace. Il decesso anche in questo caso è avvenuto per annegamento nel giro di pochi minuti. INUTILE L’INTERVENTO dell’elisoccorso: per loro non c’è stato nulla da fare. Sul posto sono state fatte intervenire le squadre di Protezione civile, i Vigili del fuoco e i carabinieri. Dopo lunghe operazioni rese problematiche dal maltempo, i soccorritori sono riusciti a recuperare i due corpi dalle acque del fiume. L’amico delle vittime in stato di shock è stato accompagnato in ospedale. Il dramma si è consumato nell’epicentro della tempesta. A Urago il maltempo ha devastato la località Morti in campo. A Castelcovati si è abbattuta una vera e propria tromba d’aria che ha colpito diverse case e anche il centro sportivo, con il crollo di parte delle coperture della palestra. •

1 2 3 4 5 6 >