Seggiolini
antiabbandono,
Brescia approva

In arrivo l’obbligo dei dispositivi antiabbandono sui seggiolini
In arrivo l’obbligo dei dispositivi antiabbandono sui seggiolini
Silvana Salvadori09.10.2019

C’è voluto più di un anno, e ancora manca la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, ma l’Italia è il primo Paese al mondo ad avere una norma sui dispositivi antiabbandono obbligatori per i seggiolini auto. Pur essendo stata approvata dal Parlamento più di un anno fa, la norma era rimasta incastrata fra la Commissione europea, chiamata a esprimere un parere obbligatorio, e il Consiglio di Stato. Soltanto lunedì la ministra dei Trasporti Paola De Micheli ha potuto firmare il decreto attuativo dell’articolo 172 del Codice della Strada che prevede l’obbligo di installazione dei dispositivi salva-bebè sui seggiolini per automobili. E il ministero ha annunciato: «Sono allo studio modalità per attuare l’agevolazione fiscale prevista per favorirne l’acquisto». L’obbligatorietà scatterà nei prossimi giorni con la pubblicazione in Gazzetta.


MA I GENITORI bresciani sono pronti a questa svolta? Ne abbiamo parlato con chi si occupa da anni della sicurezza dei più piccoli, come Morena Quarta, e con chi li rappresenta nell’Associazione Genitori Brescia, come la presidente Anna Bertoli e il past president nazionale, ma bresciano, Davide Guarneri. Tutte e tre le testimonianze, che potrete leggere qui a fianco, sono favorevoli all’introduzione di dispositivi salvavita per impedire altre tragiche morti (ce ne sono state nove in Italia dal 1998 a oggi), ma sono tutti concordi anche nell’affermare come serva un cambio di passo in famiglia. «Siamo vicinissimi ai genitori che si trovano a vivere una tragedia del genere – commenta per tutti Anna Bertoli –, ma non possiamo non chiederci come si è arrivati a questo. Viviamo una vita frenetica piena di stress e certo la presenza di bambini in famiglia, per quanto siano una bellissima cosa e ce ne vorrebbero di più, non aiuta a diminuirlo. È nostro compito come associazione ricordare ai genitori che non abbiamo solo obblighi affettivi ed educativi nei confronti dei nostri figli, ma anche di salvaguardia nei loro confronti».

1 2 3 4 5 6 >