Ora tutti vogliono vivere a Brescia

L’anno scorso nel Bresciano il saldo tra iscrizioni e cancellazioni all’anagrafe è stato positivo di circa 2700 unità: 36.902 le iscrizioni contro 34.279 cancellazioni
L’anno scorso nel Bresciano il saldo tra iscrizioni e cancellazioni all’anagrafe è stato positivo di circa 2700 unità: 36.902 le iscrizioni contro 34.279 cancellazioni
GEROLDI-PANIGHETTI 12.01.2020

Nemmeno il calo delle nascite frena la crescita della popolazione della provincia bresciana che continua ad esercitare un forte appeal, tanto che l’anno scorso tra iscrizioni e cancellazioni alle anagrafi dei 205 Comuni ha registrato un saldo positivo di circa 2700 persone. Al netto degli spostamenti avvenuti all’interno del territorio provinciale, il resto delle provenienze conferma una rilevante quota di migrazione dal Sud, Napoli, Bari, Reggio Calabria, dalla Sicilia. Riguardo al rapporto con le province limitrofe, bergamaschi e milanesi mostrano di gradire la residenza in terra bresciana, più di quanto al contrario facciano i bresciani verso l’area metropolitana e i cugini orobici.•> PAG 8-9