L’attesa è
terminata: vai,
Mille Miglia

In piazza Vittoria l’arrivo delle vetture per le operazioni di punzonatura SERVIZIO FOTOLIVE/Simone Venezia
In piazza Vittoria l’arrivo delle vetture per le operazioni di punzonatura SERVIZIO FOTOLIVE/Simone Venezia
Alberto Banzola 15.05.2019

L’attesa è terminata ed è arrivato il giorno della partenza: la 1000 Miglia 2019, entrata nel vivo ieri con la punzonatura in piazza Vittoria, è pronta a far faville in giro per l’Italia, partendo, come da tradizione, da Viale Venezia. Una partenza pomeridiana, con il preambolo mattutino in piazza Vittoria dove verranno terminate le operazioni di punzonatura. Le vetture si sposteranno al museo della Mille Miglia a Sant’Eufemia per il pranzo dei piloti e, successivamente, per l’incolonnamento. Con previsioni del tempo in miglioramento rispetto alla giornata di ieri, sarà possibile per tutti i bresciani osservare lo spettacolo della Frecce Tricolori, che poco prima della partenza effettueranno un doppio passaggio (da est a ovest e ritorno) sulla città. Ci sarà anche la fanfara dei bersaglieri a salutare la manifestazione con l’inno di Mameli: preceduta dal Ferrari Tribute (che partirà da Desenzano alle 13.45) e dal Mercedes Benz Challenge (anch’esso in partenza da Desenzano, alle 14,35), la Freccia Rossa vedrà la prima vettura in partenza da viale Venezia alle 14.30. Sarà la vettura con il numero 1000 a prendere il via davanti alle altre con un pilota d’eccezione, Antonio Giovinazzi, impegnato in Formula 1 con l’Alfa Romeo Racing Team. E non dovrebbe essere l’unica star della sua categoria a presenziare: impegnato a Barcellona nelle prove con la sua Mercedes ieri, stamattina potrebbe arrivare in città ed essere presente sulla pedana di partenza anche il finlandese Valtteri Bottas, seconda guida della Mercedes. SARANNO 430 gli equipaggi al via: sono ore febbrili per controllare anche gli eventuali assenti o i ritirati dell’ultim’ora; in giro per Brescia ci sono altri 108 equipaggi pronti a sostituire quelli che dovessero avere dei problemi, e l’ordine di partenza potrebbe essere modificato nel corso della giornata. Tanti i partecipanti per puro divertimento: molti altri pronti a darsi filo da torcere fino all’ultimo dei 1801 chilometri che quest’anno compongono il circuito della Freccia Rossa: 16 controlli orari, 112 prove cronometrate, 7 medie orarie e 28 controlli a timbro per decretare vincitori e vinti con la coppia Tonconogy-Ruffini, vincitrice della scorsa edizione, pronta a riconfermarsi. Ma gli equipaggi Vesco-Guerini, Moceri-Bonetti, Belometti-Vavassori e Fontanella-Covelli non sono del medesimo avviso: mai dare per scontata la 1000 miglia, e soprattutto gli ostacoli che la gara destinata alle vetture costruite dal 1927 al 1957 può nascondere. UNA VOLTA PARTITA, la carovana lascerà poi la città alla volta del lago di Garda, attraversando Desenzano e Sirmione, prima di scendere verso Mantova e Ferrara. L’approdo in Romagna con l’attraversamento di Comacchio e Ravenna. L’arrivo a Cervia per la prima vettura è previsto alle 21.55: il primo estenuante giorno della 1000 Miglia finirà in Romagna, terra da sempre legata alla corsa più bella del mondo e che saprà accogliere in maniera adeguata tutti i partecipanti. •

CORRELATI