Contagi «contenuti»
Ma Brescia adesso
piange mille morti

I medici sono al lavoro giorno e notte per assistere i malati Covid-19 ricoverati in ospedale
I medici sono al lavoro giorno e notte per assistere i malati Covid-19 ricoverati in ospedale
27.03.2020

Giuseppe Spatola Nelle ultime 24 ore a Brescia sono stati superati i mille morti per coronavirus dall'inizio dell'emergenza. Sul territorio dell'Ats di Brescia i morti sono 999 a cui vanno sommati i 45 decessi della Vallecamonica, che fa riferimento a Ats della montagna. Millequarantaquattro croci che accompagnano i 6.887 positivi complessivi e i 2.328 dimessi dall’inizio dell’emergenza. Il trend dei nuovi casi è sotto i 300 e questo potrebbe suonare come un buon segnale anche se i 78 morti nelle ultime 24 ore rappresentano il vero dramma. Brescia città ha raggiunto 166 morti e 1072 positivi, lo segue a Orzinuovi con 167 contagiati e 37 decessi. In Lombardia i positivi sono saliti a 34.889, +2.443. I decessi sono cresciuti in un giorno di 387, arrivando a 4.861. «LUCI E OMBRE» oggi nei dati sui contagiati così come confermato dall’assessore al Welfare di Regione Lombardia, Giulio Gallera. A Bergamo si arriva a quota 7.458 (+386), con una crescita che è «in linea con quella di ieri (+344) e dunque non più esponenziale», a Brescia il totale è di 6.931 (+334, ieri 300) e «anche qui la curva non è in crescita»salvo per un aumento ritenuto fisiologico. «In questa battaglia non ci sono scorciatoie, l'unico modo per giocare e vincerla è continuare ognuno di noi ad essere rigoroso nei comportamenti - ha rimarcato Gallera -. Vedrete che alla fine, sarà anche sufficientemente presto, la nostra battaglia la vinceremo». • Giuseppe.spatola@bresciaoggi.it