Scatta il giro di vite nello spandimento dei liquami putridi

Giro di vite sulla fertirrigazione
Giro di vite sulla fertirrigazione
V.MOR. 15.09.2019

Si moltiplicano i paesi della Bassa che attraverso strumenti normativi mirati hanno dichiarato guerra allo spandimento selvaggio dei gessi di defecazione. Il Comune di Montichiari sta mettendo a punto un regolamento rigoroso per evitare l’abuso della fertirrigazione. Ad annunciarlo è stato il sindaco di Montichiari Marco Togni che ha svelato il principio della norma: «lo spandimento dei fanghi verrà autorizzato soltanto se l’agricoltore dimostrerà che il terreno ha effettivamente bisogno di queste sostanze». Il giro di vite si ispirerà al pacchetto di misure varato dall'Unione dei Comuni composta da Isorella, Visano e Acquafredda. Nell’area l’impiego di gessi è subordinato a uno studio pedo-agronomico che valuti la reale necessità di sostanze nutrienti, anche non azotate, almeno 7 giorni prima dell’inizio delle operazioni. Il protocollo vieta il transito all’interno dei centri abitati con mezzi di trasporto aperti o non opportunamente coperti, contenenti un carico di fertilizzante che possa provocare molestie olfattive o inconvenienti igienico sanitari. I tre Comuni hanno messo al bando anche lo scarico di gessi di defecazione e fertilizzanti a meno di dieci metri dalle sponde dei corsi d'acqua e a 500 metri da centri residenziali. Entro breve il protocollo entrerà in vigore anche a Montichiari limitando i disagi in termini di tanfo e inquinamento che spesso sono provocati dallo spandimento dei gessi di defecazione. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

1 2 3 4 5 6 >