Pontevico, dopo il sesso rapina una prostituta

Hanno indagato i carabinieri
Hanno indagato i carabinieri
R.P. 04.10.2019

Per i carabinieri della compagnia di Verolanuova è lui il responsabile della rapina compiuta lo scorso giugno ai danni di una prostituta romena di 31 anni. In arresto, nei suoi confronti è stata emessa dal gip di Brescia una ordinanza di custodia cautelare., è finito un diciannovenne di Pontevico. Per lui è stato disposto l’obbligo di dimora a Pontevico e quello di presentazione quotidiana alla polizia giudiziaria. LA DONNA era stata contattata su un sito di incontri e dopo un breve scambio di messaggi si era recata presso l’abitazione del cliente a Pontevico. Lì il ragazzo le avrebbe dato 100 euro per un rapporto orale. Una volta terminata la prestazione, il diciannovenne ne avrebbe chiesta un’altra. La 31enne si era rifiutata e il ragazzo a quel punto l’avrebbe presa a calci e pugni prima di cacciarla di casa dopo essersi ripreso i 100 euro. La donna, dolorante, a quel punto aveva chiamato i carabinieri che avevano identificato il ragazzo. Il giorno dopo la prostituta si era rivolta ai carabinieri di Verolanuova denunciando quanto accaduto la sera precedente nella abitazione di Pontevico. Una volta raccolto il racconto della 31enne i carabinieri si erano messi al lavoro per cercare riscontri alle parole della donne. Dopo diverse settimane di lavoro l’indagine è arrivata alla svolta. Per il diciannovenne sono così arrivati i guai. Mercoledì i carabinieri si sono presentati alla sua porta e gli hanno notificato l’ordinanza di custodia cautelare emessa dal giudice per le indagini preliminari di Brescia. © ODUZIONE RISERVATA

1 2 3 4 5 6 >