Polizia locale, revocati i fondi

Revocati i  fondi stanziati per la Polizia locale intercomunale
Revocati i fondi stanziati per la Polizia locale intercomunale
F.MAR. 16.10.2019

I Comuni di Calcinato, Lonato e Bedizzole dovranno restituire alla Regione i 130 mila euro erogati nel 2016 a supporto della sicurezza. Le risorse vennero utilizzate per l’acquisto delle telecamere intelligenti agli ingressi del paese, le autovetture di servizio, la stazione mobile, le biciclette e gli etilometri della Polizia locale intercomunale. Ma il Pirellone ha revocato lo stanziamento in quanto la Polizia locale comprensoriale non soddisfaceva uno dei requisiti per accedere al contributo, ovvero le dodici ore di servizio continuativo tutti giorni, inclusi i festivi. La questione è però controversa. Secondo l’assessore ala sicurezza del Comune di Calcinato, Stefano Vergano, «il requisito non era specificato. Così abbiamo risposto che per quel punto il bando fosse interpretabile». La Regione non è arretrata di un passo e i Comuni si sono rivolti al Tar che ha respinto la richiesta di sospensiva. Il pronunciamento nel merito del ricorso è atteso tra qualche settimana. Nel frattanto si sono chiusi i termini per la ricerca di una sede per la Polizia intercomunale. I Comuni dovranno valutare gli immobili offerti dai privati: il quartiere generale dovrebbe sorgere all’incrocio fra via Statale 11 e provinciale 28, una zona all’intersezione dei tre territori comunali. Fra le caratteristiche richieste all’immobile una superficie di 500 metri quadri. LE TRE AMMINISTRAZIONI comunali valuteranno ora gli immobili proposto tenendo conto in modo particolare delle caratteristiche e dimensioni dell’edificio, della posizione, degli eventuali costi di adeguamento e della funzionalità del fabbricato. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

1 2 3 4 5 6 >