Uomini d’impresa Un saluto commosso al patron dei dolci

Il rito funebre di Ulrico Sareni nella parrocchiale di Orzinuovi
Il rito funebre di Ulrico Sareni nella parrocchiale di Orzinuovi
M.MA. 02.02.2019

Erano in tanti, ieri nella parrocchiale di Orzinuovi, a dire addio a Ulrico Sareni, fondatore del gruppo dolciario omonimo e di Lekkerland Italia. Alle 14.30 il parroco don Domenico Amidani ha celebrato il funerale di uno degli orceani più apprezzati in tutta Italia grazie alla capacità imprenditoriale. CAVALIERE della Repubblica, aveva 84 anni ed era originario di Corzano: lascia un impero della distribuzione. A piangerne la scomparsa con la moglie Alvisa gli otto figli Anna, Cristina, Gabriella, Luciana, Rossana, Antonio, Luigi ed Elena. Nel 2015 Antonio ha preso la guida della società, e quasi fino all’ultimo il fondatore ha voluto tenere le redini della holding. «Rico», così era conosciuto in paese, negli anni Ottanta presidente dell’Orceana calcio, aveva iniziato consegnando lieviti e farine a ristoranti e famiglie col padre Angelo. «Prima di Natale l’ho salutato per la confessione - ha ricordato don Amidani -. Ho trovato un uomo provato ma sereno, coraggioso nell’affrontare il male che lo aveva colpito». •