Un addio commosso allo storico dottore con un grande sogno

Giuliano Pezzola
Giuliano Pezzola
R.C. 18.01.2019

Storicamente nelle comunità grandi e piccole della campagna esistono importanti figure di riferimento, e tra queste c’è sicuramente quella del medico. Se poi il professionista della salute è speciale, la sua fama cresce e si consolida nel tempo. Ecco perchè è particolarmente sentito il lutto che accompagna, nella Bassa occidentale, la scomparsa del dottor Giuliano Pezzola, responsabile per vent’anni della divisione medica dell’ospedale di Orzinuovi e poi per oltre due decenni medico di base, specializzato in Pediatria, a Pompiano e a Corzano. NATO 94 anni fa, a Ovanengo da una famiglia di allevatori bergamasco-bresciana, dal giorno successivo alla laurea aveva preso servizio nell’ospedale orceano, lavorando in équipe con i colleghi Gorio, Bodini, Sartorio e Silani. Si era dedicato alla realizzazione di un unico nosocomio per Orzinuovi e Soncino, ma rendendosi conto che il progetto non sarebbe mai andato in porto, Pezzola prese appunto in carico la «condotta» di Pompiano e Corzano, seguendo con grande dedizione 4000 mutuati; tra i quali centinaia di bambini che ancora ne ricordano le attenzioni e le cure. Negli ultimi anni della sua lunga attività al servizio delle persone aveva lavorato anche a Chiari, nell’asilo nido, in mezzo ai bambini dai quali non riusciva a staccarsi. «Amava la lirica, il suo paese, la sua gente e il suo ospedale - ricorda il figlio maggiore Diego, chirurgo dell’ospedale civile di Brescia -. Era dotato di una grande capacità di comunicazione e di relazione grazie alla quale, in un’epoca di mutamenti sociali, ha accompagnato la nascita e la morte di migliaia di persone. Ci lascia in maniera serena, dopo gli ultimi anni passati nella cecità che lo ha duramente provato». Il dottor Pezzola lascia i figli Diego, Flavio e Roberta. La salma è stata esposta nella chiesa di San Domenico, accanto al suo ospedale, e il funerale sarà celebrato domani pomeriggio alle 14.30, nella chiesa parrocchiale di Ovanengo. •