Nuova ondata di liquami nel canale di Acquafredda

Lo scarico di liquame nel canale
Lo scarico di liquame nel canale
V.MOR. 11.10.2019

Privati dei controlli delle Guardie Ecologiche volontarie, che si sono autosospese in aperta polemica con le nuove procedure dei controlli, canali e rogge della Bassa restano in balia degli inquinatori. NELL’ULTIMA settimana, nell’enclave di territorio compresa tra Montichiari, Carpenedolo ed Acquafredda si sono registrati tre sversamenti abusivi di liquami. L’ultimo è avvenuto in una delle rogge affluenti del fiume Chiese ad Acquafredda. All’alba è cominciata a defluire una schiuma marrone, densa e maleodorante dal canale che corre al fianco della stradina che conduce alla diga del Chiese. A lanciare l’allarme è stato un agricoltore residente in località Canove sulla strada per Visano. Il fenomeno è proseguito per ore. Gli accertamenti sono in corso, ma come accade spesso in questi casi, non essendo stato sorpreso in flagranza il responsabile dello sversamento sarà molto difficile risalire agli inquinatori. LO SMALTIMENTO abusivo di deiezioni zootecniche nei fossi e canali da contingente sta diventando strutturale. Emblematico quello che sta accadendo lungo il corso del fiume Chiese, subito dopo la diga, dove continua a persistere una macchia marrone giunta direttamente dal territorio di Visano. Stessa situazione all'altezza del ponte di Borgosotto a Montichiari. © RIPRODUZIONE RISERVATA

1 2 3 4 5 6 >