Vandali notturni, un bis per il bar Moma

Il giardino del bar Moma alla Pieve danneggiato dai vandali
Il giardino del bar Moma alla Pieve danneggiato dai vandali
V.MOR. 17.03.2019

Che sia un luogo preso di mira è abbastanza evidente, ma non è ancora chiaro se l’accanimento dei teppisti è determinato dalla posizione isolata o da precise ragioni politiche. Comunque sia, il bar «Moma» di Montichiari, a breve distanza dalla Pieve di San Pancrazio, è stato di nuovo al centro di un raid. Due sere fa, degli sconosciuti hanno sporcato muri e tavoli con scritte pesanti contro il ministro dell’Interno Matteo e lasciando sul posto anche frasi scritte in arabo. Nessuno ha visto nulla, e le telecamere per la videosorveglianza all’interno del locale non funzionanti non hanno di certo aiutato. NON È la prima volta per questo bar che è un punto di ritrovo per tanti giovani della Bassa orientale. A metà gennaio, i gestori hanno dovuto fare i conti con altri gravi danneggiamenti del locale. In quel caso gli assalitori avevano preso di mira il bagno del locale e una delle porte d’ingresso lasciando segni pesanti e costosi, e inoltre aveva acceso un falò nel giardino del bar usando le arelle di bamboo e le pedane in legno di proprietà dello stesso esercizio. Insomma: la pazienza dei gestori del Moma è stata messa a dura prova. Non hanno neanche avuto il tempo di riaprire la stagione (sabato scorso hanno allestito l’inaugurazione) e sono stati costretti a chiudere per l’intera giornata di giovedì per eliminare le scritte e sistemare il caos lasciato nella notte tra mercoledì e giovedì. Qualche notizia dalle indagini? Alla fermata degli autobus di via Mantova, nelle vicinanze del supermercato Rossetto, sono comparse scritte simili a quelle del Moma. Potrebbe essere un indizio; la «firma» delle stesse persone. DI CERTO UNO dei luoghi simbolo di Montichiari, la Pieve, è finito nel mirino di qualcuno da diverso tempo: basta ricordare gli attacchi al Giardino dei Giusti e a uno dei tetti dell’antica chiesa, che in più occasioni è stato danneggiato. La forze di polizia si stanno preparando, perchè il timore è che con l’arrivo della stagione estiva fatti come questi possano moltiplicarsi. Proprio come è successo lo scorso anno. •