San Pancrazio è in apnea: serve un milione e mezzo per curare l’antica Pieve

La Pieve di San Pancrazio a Montichiari ha bisogno di cure urgenti
La Pieve di San Pancrazio a Montichiari ha bisogno di cure urgenti
V.MOR.15.03.2019

Rammendare la Pieve di San Pancrazio di Montichiari. Un'emergenza che costerebbe all'incirca 1 milione e 500 mila euro. Una cifra considerevole per sistemare una delle chiese romaniche più belle della Lombardia. L'esigenza di restaurare la Pieve di San Pancrazio è stata sottolineata in particolar modo dall'abate monsignor Cesare Cancarini, che ha messo in evidenza l'importanza di creare sinergie tra enti pubblici e privati per far partire l'intervento. «Oltre al tetto vi sono infiltrazioni di umidità che danneggiano gli affreschi, la parte interna del campanile è completamente marcia, andrebbe messo a norma l'impianto elettrico e sistemate le travi», è la sintetica diagnosi dell'abate sullo stato attuale della Pieve. Uno dei luoghi simbolo di Montichiari, dunque, necessita di lavori anche se al momento è praticamente impossibile reperire 1 milione 500 mila euro per realizzare le operazioni di restyling. «Adesso abbiamo troppa carne al fuoco - ha ammesso l'abate Cancarini -. Tra un anno penseremo a qualcosa per recuperare i fondi in vista dei lavori alla Pieve, ma prima va sistemato il Duomo. In questo caso serve il sistema di riscaldamento. Il Consiglio pastorale, a tal proposito, ha approvato il progetto. In questi giorni l'abbiamo consegnato in Curia e adesso dovremmo attendere la risposta della Soprintendenza ai beni culturali. Se tutto andrà per il verso giusto, l'impianto di riscaldamento verrà sistemato entro la stagione estiva». DEL RESTO in una comunità grande come quella di Montichiari le emergenze sono diverse e prima di pensare alla Pieve, occorre risolvere alcuni problemi presenti in Duomo. Ma, tornando alla Pieve, è chiaro che dovrà essere realizzato anche un sistema di controllo più stringente visti i recenti fatti di cronaca con i vandali che si sono resi protagonisti di sfregi al Giardino dei Giusti, al tetto della Pieve (spesso i teppisti salgono sui tetti danneggiando le tegole della chiesa) e infine al vicino bar colpito da diversi raid, l’ultimo fresco di cronaca. In un contesto finanziario così fragile l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Mario Fraccaro ha deciso di promuovere l'iniziativa «La cultura finanzia l'arte», in modo da avviare la costituzione di un fondo per sostenere gli onerosi restauri della Pieve di San Pancrazio. Una goccia nel mare del denaro da reperire per sistemare il monumento monteclarense, ma nonostante tutto è un punto di partenza.