Coca in tasca e soldi in casa Arrestato falso finanziere

Martedì il blitz della polizia
Martedì il blitz della polizia
PA.CI. 08.03.2019

In tasca, quando gli agenti della Locale li hanno fermati martedì, uno di loro aveva un distintivo molto simile a quelli in uso alla Guardia di Finanza. L’uomo, un disoccupato 54enne residente a Montichiari, non era però un militare, ma uno spacciatore di cocaina che lavorava in coppia con un complice di cinque anni più giovane, pure lui di casa nel centro storico del paese della Bassa. Da tempo erano finiti nel mirino degli agenti della Locale che contestano loro almeno 250 episodi di spaccio e mercoledì è scattata la trappola. La coppia di spacciatori è stata intercettata mentre si spostava in auto per le vie di Montichiari ed è stata fermata per un controllo. L’attività ai due rendeva parecchio: in casa il 54enne aveva nascosto in una cassaforte 9.500 euro in contanti frutto con ogni probabilità dei loro traffici. Lo stupefacente, 20 grammi ancora da tagliare, quelli recuperati dagli agenti nel corso della perquisizione domiciliare erano invece in casa del 49enne. Entrambi sono stati arrestati: il più giovane è accusato di detenzione ai fini di spaccio, al 54enne (in tasca aveva un paio di dosi già confezionate) viene inoltre contestato il possesso di segni distintivi contraffatti. La coppia ieri mattina è comparsa in un’aula di tribunale per la direttissima. L’arresto è stato convalidato. Per entrambi il giudice, in attesa che si celebri il processo, ha disposto l’obbligo di firma trimestrale negli uffici della Locale di Montichiari. Nel corso delle indagini sono inoltre state segnalate alla prefettura anche cinque persone che si rifornivano dai due spacciatori. •