Lite sull’utilitaria contesa Lui picchia la ex moglie e poi finisce in manette

La polacca di 29 anni è stata picchiata davanti ai figli
La polacca di 29 anni è stata picchiata davanti ai figli
R.PR.14.09.2019

Quando sono intervenuti i carabinieri di Carpenedolo l’hanno trovata frastornata, in lacrime e con addosso ancora i segni delle percosse che poco prima le aveva dato il suo ex marito, un 48enne del paese della Bassa. La donna, una 29enne di origine polacca è stata portata in ospedale per essere medicata. L’uomo inve è stato arrestato. Il giudice ha convalidato nelle scorse ore il provvedimento, ma ha diciso di rimetterlo in libertà con una unica prescrizione: il divieto di avvicinarsi ai luoghi frequentato dalla ex moglie. La donna ai militari ha raccontato che il suo ex nonostante non vivesse più in casa era tornato nell’abitazione dove viveva la donna con i figli e l’aveva aggredita. Poco importava all’uomo se a quelle scene dovevano assistere anche i figli terrorizzati. QUESTO EPISODIO ha portato, seppure solo per qualche ore, il 48enne dietro le sbarre di una cella. A scatenare la violenta reazione dell’uomo un normale litigio. Il 48enne accusava la ex moglie di non avergli restituito l’autovettura di proprietà. Dalle parole l’uomo è passato ai fatti colpendo la 29enne che ben presto è stata sopraffatta dalla forza del suo ex marito. Il 48enne è quindi stato arrestato con l’accusa di lesioni e atti persecutori. Questa ultima aggressione arriva a poche ore da quella ai danni di un’altra giovane colpita dal marito con le doghe del letto per avergli rifiutato un rapporto sessuale.

1 2 3 4 5 6 >