Musica per la Repubblica La festa incontra l’America

M.MON. 02.06.2019

«Italia e America. Confronto a suon di musica»: è il titolo e insieme il tema del concerto per la Festa della Repubblica in programma oggi a Leno. Un evento organizzato col patrocinio dell’assessorato alla Cultura che vedrà sulla scena il corpo musicale «Vincenzo Capirola» diretto da Stefano Giacomelli. L’appuntamento è alle 21 in piazza Cesare Battisti (in caso di maltempo nella palestra della scuola media di via De Giuli), e fara da preludio ai festeggiamenti previsti per i 135 anni della banda, che saranno ricordati in tre giornate (dal 20 al 22 giugno) con una rassegna di musica e teatro che culminerà con il concerto celebrativo in cui verrà eseguita Rhapsody in blue per pianoforte e banda di George Gershwin. In attesa del compleanno, per oggi il maestro Giacomelli ha previsto un percorso musicale che parte dal mondo dell’opera e del palcoscenico con due stili contrapposti, il grande repertorio operistico italiano e lo stile americano che ha creato il musical: l’Overture dal Nabucco e America da West Side story faranno sentire la prima grande contrapposizione temporale e musicale. «Il patrimonio musicale nazionale passa certo dalla tradizione popolare: per l’Italia sono innumerevoli i canti che si sviluppano nelle comunità locali; in America esiste una contaminazione tra gli stili degli immigrati e quelli degli originari - ricorda Giacomelli -. Così “Piccola suite Italiana”, una raccolta di canti tipici friulani che celebra la danza furlana esportata in tutto il mondo, e “Suite of Old American dances” di Bennnett saranno un piccolo viaggio dalla canzone popolare italiana ai primi accenni di jazz e ragtime. Quindi spazio al mondo del cantautorato, con un omaggio a Fabrizio De André nel ventennale della sua scomparsa. Accostarlo a Gershwin è una forzatura, ma ci collega al concerto del 22 giugno, senza dimenticare che le sue canzoni sono pietre miliari». •

1 2 3 4 5 6 >