Anche Cassa Padana sostiene la cordata degli amici del rugby

M.MON. 30.09.2018

«Lo sport per i suoi contenuti sociali, educativi, formativi è un bene della comunità riconosciuto dalle Nazioni Unite come un diritto fondamentale». Lo affermano i vertici dell’istituto bancario Cassa Padana di Leno, una realtà del credito cooperativo che si è fatta parte attiva in una gara di solidarietà. Lo scopo è quello di lanciare una raccolta di fondi da destinare all’associazione «Ads Rugby Bassa Bresciana Leno», una realtà educativa prima ancora che agonistica che «nel nome di amicizia, lealtà e sostegno reciproco» raccoglie oggi 250 piccoli rugbysti dai 6 anni in su e che è il punto di riferimento per questo sport in un’area che raccoglie oltre 50mila abitanti. È POSSIBILE donare fino al 30 di novembre, a partire dalla somma di 10 euro da versare sul conto corrente aperto nell’istituto bancario dal gruppo sportivo. Il contributo della Bcc? Entro la fine dell’anno Cassa Padana raddoppierà il valore delle offerte ricevute per acquistare un mezzo di trasporto per le trasferte delle squadre. L’Ads Rugby Bassa Bresciana Leno ha mosso i primi passi nel territorio tra gli anni ’70 e ’80, con i primi club di Manerbio e Leno; oggi è il luogo in cui «imparare a giocare, divertirsi, rispettare gli arbitri e l’altra squadra e dove non si lascia indietro mai nessuno». Oltre ad avere come ogni associazione bisogno del contributo di molti, l’Asd deve quest’anno affrontare anche i costi straordinari per la manutenzione dei 4 minivan che nel corso degli anni sono stati acquistati con non pochi sacrifici, e che oggi accusano il peso dei chilometri fatti in lungo e in largo per la Bassa e non solo. Ecco perché la banca, confermando la vocazione di vicinanza al territorio, ha deciso di fare rete lanciando la raccolta fondi. Per saperne di più su questo progetto è possibile chiamare direttamente l’associazione, che risponde allo 030 9038209, oppure alla sede dell’istituto bancario, raggiungibile allo 030 9040300. •

1 2 3 4 5 6 >