Frontale: muoiono i nonni, ferito il nipotino

Un velo copre la tragica scenaL’incidente accaduto ieri pomeriggio sulla strada provinciale 17 «Postumia» nel comune mantovano di RedondescoMario Francio e Ombretta FurlaniLe due automobili accartocciate dopo il violento scontro
Un velo copre la tragica scenaL’incidente accaduto ieri pomeriggio sulla strada provinciale 17 «Postumia» nel comune mantovano di RedondescoMario Francio e Ombretta FurlaniLe due automobili accartocciate dopo il violento scontro
Paola Buizza 11.08.2019

Uno schianto violento e spietato. L'incidente che ieri pomeriggio a Redondesco, nel Mantovano, ha squarciato la calda tranquillità di un sabato agostano, è costato la vita a Mario Francio, 71 anni e alla moglie Ombretta Furlani di Isorella, e ha provocato serie lesioni al nipotino di 10 anni, con loro su un furgoncino. UN BILANCIO drammatico al quale si aggiungono altri sei feriti lievi fra cui tre bambini. Nove persone in tutto che viaggiavano su due veicoli distinti: un Fiat Doblò e una Volkswagen Touran che avrebbero dovuto correre l'uno accanto all'altra, chi per un verso e chi per l'altro. Traiettorie parallele sulla Postumia che collega il piccolo comune con l'abitato di Acquanegra sul Chiese. Invece verso le 17.30, lungo la provinciale che taglia la campagna mantovana, un'invasione di corsia ha provocato il devastante frontale. Secondo una prima ricostruzione della dinamica, fatta dai carabinieri della Compagnia di Castiglione delle Stiviere, nonni e nipote viaggiavano sul furgoncino in direzione Gazoldo mentre dalla parte opposta arrivava la Touran con a bordo sei persone di nazionalità cinese: tre adulti di 30, 39 e 49 anni con tre bambini di 4, 5 e 11 anni. Per cause al vaglio dei militari (un malessere del conducente oppure una distrazione) l’auto della famiglia cinese ha sbandato invadendo la corsia sulla quale stava sopraggiungendo il furgoncino. E l’impatto, secondo i rilievi, sarebbe avvenuto senza nemmeno il tempo di una frenata. Sull’asfalto non ci sarebbe alcun segno. Mario Francio e la compagna Ombretta Furlani sono morti sul colpo; il nipote che viaggiava con loro è rimasto ferito ed è stato trasportato in codice rosso con l’eliambulanza all’ospedale di Parma dove è stato ricoverato in prognosi riservata con traumi alla testa e alle braccia. La sua vita, fortunatamente, non sarebbe in pericolo. FERITE LIEVI per gli occupanti dell'altro mezzo, tutti residenti nel Mantovano, a Roverbella. In 4 sono stati trasferiti al pronto soccorso dell'ospedale di Mantova mentre un bimbo e il conducente sono stati portati all'ospedale di Cremona. Inquirenti al lavoro per far luce sull’esatta dinamica dell’incidente. Verifiche in corso anche sul corretto utilizzo delle cinture di sicurezza e la posizione del bambino al momento dello scontro. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

1 2 3 4 5 6 >