Chiodi per
sabotare i
cicloturisti dell’Oglio

La comitiva dell’associazione di Leno vittima del sabotaggio
La comitiva dell’associazione di Leno vittima del sabotaggio
19.03.2019

Hanno cosparso di chiodi e puntine il suggestivo percorso c che da Monasterolo porta al ponte sul fiume. Nel mirino dei vandali i cicloturisti che nei fine settimana percorrono l’itinerario incastonato nel cuore del parco dell’Oglio. DECINE LE SEGNALAZIONI di forature da parte dei biker che si sono trovati a transitare in territorio di Monticelli, pittoresca frazione di Verolavecchia. Tra questi anche una comitiva del gruppo ciclisti del Letone di Leno che domenica avevano organizzato un’escursione nell’oasi fluviale. «Siamo partiti di buon mattino, poi attorno alle 10 ci siamo fermati all’imbocco del ponte per un selfie ricordo - racconta Renato Gianello presidente dell’associazione che propone ciclopasseggiate destinate al benessere fisico e a un rilassante svago mentale -. Durante la sosta ci siamo accorti che nelle gomme delle nostre mountain bike si erano infilate numerose puntine da disegno». Renato Gianello non ha dubbi: «Il gesto è sicuramente doloso. Qualcuno che evidentemente non ama vedere transitare i biker nel parco ha voluto boicottare le biciclette». L’associazione ha inviato una lettera per portare a conoscenza dell’episodio tutte le Amministrazioni comunali che costituiscono il parco dell’Oglio. Ma la disavventura della comitiva di cicloturisti di Leno è solo la punta di un iceberg. Sabato scorso un gruppo di agonisti di mountain bike ha segnalato che il tratto di itinerario ciclopedonale alle porte del parco delle Vincellate era disseminato di chiodi con la testa a stella che provocano forature. •