Anomalie nella
discarica. Scatta
la diffida alla Gedit

La discarica Gedit è finita nel mirino dell’Arpa e della Provincia Nel bacino di rifiuti sono state evidenziate una serie di violazioni
La discarica Gedit è finita nel mirino dell’Arpa e della Provincia Nel bacino di rifiuti sono state evidenziate una serie di violazioni
Valerio Morabito 04.10.2019

La Provincia ha fatto scattare una diffida nei confronti della Gedit di Montichiari. Il provvedimento è stato firmato sulla scorta dei risultati delle ispezioni svolte dall'Arpa sulla discarica di Vighizzolo. Come anticipato da Bresciaoggi, il primo controllo era stato effettuato il 6 marzo, il secondo il 16 aprile e l'ultimo (quello straordinario) il 9 agosto dopo le segnalazioni su presunte anomalie nello stoccaggio dei rifiuti da parte di Legambiente di Montichiari e del comitato Sos Terra. Proprio un video prodotto dagli ambientalisti ha consentito ai tecnici Arpa di portare alla luce «la violazione riguardo agli obblighi di copertura dei rifiuti sul fronte di scarico mediante materiale inerte e teli plastica». Il che avrebbe «potenzialmente esposto gli scarti all'azione dispersiva del vento». Gedit ha ribattuto che in occasione dell’ispezione «il conferimento rifiuti era terminato nel mese di maggio ed erano in corso solo attività di sistemazione e compattazione dei rifiuti già posati e ricoperti con le modalità previste dall'autorizzazione, ulteriormente coperti al termine della giornata lavorativa». Per quanto riguarda le altre presunte inottemperanze, Arpa ha rilevato come «i certificati di analisi degli autocontrolli effettuati dalla ditta nel corso del 2018 sullo scarico di acque meteoriche nel sottosuolo, riportano dei valori superiori o prossimi al limite di rilevabilità strumentale per i parametri cadmio, mercurio, idrocarburi totali e cianuri totali». ARPA HA MESSO in evidenza «la mancata comunicazione dei superi» da parte della Gedit. Su questo aspetto la ditta di rifiuti ha precisato che i «campionamenti delle acque meteoriche sono stati eseguiti nella vasca di accumulo e non allo scarico perché, al momento del prelievo, il pozzetto di scarico era asciutto, a fronte dell'assenza di eventi piovosi». Arpa ha messo in evidenza che «la gestione dei carboni attivi esauriti a presidio degli sfiati dei serbatoi del percolato costituisce violazione in tema di gestione rifiuti». La Provincia ha diffidato la Gedit a proseguire l’attività di gestione dei rifiuti» senza il rispetto delle prescrizioni dell’Arpa. •

1 2 3 4 5 6 >