Processo Sana
Tutto rinviato
a novembre

30.06.2020

Imputati irreperibili e udienza subito rinviata. È iniziato così il processo a carico del padre e del fratello di Sana Cheema, la giovane con passaporto italiano e originaria del Pakistan, uccisa in patria per aver rifiutato il matrimonio combinato. In Pakistan il padre ed il fratello erano stati assolti mentre in Italia il processo non riesce ad iniziare perchè non si trovano i due imputati. Udienza aggiornata al prossimo 3 novembre.