Commessi 2019

«Commessi», sono sette
giorni per sognare

26.11.2019

Si è aperta con l’arrivo in redazione di un fiume di tagliandi l’ultima settimana piena dei «Commessi dell’anno»: una settimana che si annuncia ricca di contenuti ma anche di emozioni, con tutti i protagonisti a darsi battaglia per restare nei primissimi posti fino alla fine. Si diceva dei tagliandi arrivati in redazione: evidentemente c’è stato chi ha seguito il nostro consiglio. Ovvero: considerato che l’ultimo tagliando andrà in edicola martedì 3 dicembre, e che il termine ultimo per consegnare tutti i coupon sarà rappresentato dalle 19 di sabato 7 dicembre (per consentire la pubblicazione dei nomi dei più votati nell’edizione di lunedì 9 gennaio), Bresciaoggi aveva suggerito di muoversi alla svelta per far pervenire i tagliandi alla nostra redazione. Messaggio ricevuto: già nella giornata di ieri è stata archiviata una valanga di punti, buoni per le classifiche assolute e settimanali che saranno pubblicate giovedì. Per quello che riguarda le classifiche settimanali peraltro, stasera alle 19 scadrà il termine per consegnare i coupon che saranno tenuti validi per il conteggio ai fini dell’extra bonus da 500 punti che, ricordiamo ancora, sarà l’ultimo della serie. Insomma, una scadenza dietro l’altra da tenere a mente, ma i nostri affezionati lettori si sono dimostrati sempre molto abili nel recepire tutte le indicazioni fornite e a comportarsi di conseguenza. E IN TUTTA la provincia ormai non si fa altro che dedicarsi al «ritaglia e compila»: Bresciaoggi ha creato un vortice di entusiasmo che a questo punto pare quasi un peccato che si debba interrompere. Ma si sa, a volte anche bellissime storie d’amore arrivano al capolinea; l’importante è arrivarci al meglio senza rimpianti. Bresciaoggi di certo non ne ha, e così deve essere per tutti coloro, e sono tanti, che hanno partecipato, portando anche soltanto un tagliando. Ma prima di ogni altro pensiero bisogna concentrarsi su quello che va fatto nei prossimi sette giorni. Ci sono scadenze da rispettare e che non vanno saltate: «Commessi dell’anno» non si diventa per caso, ma perchè si è puntuali e precisi. Come nel proprio lavoro, svolto sempre con passione: la stessa che in tutte queste settimane ha guidato i passi degli appassionati che anche negli ultimi giorni del contest saranno chiamati a camminare sulla giusta strada. •