Franciacorta, in
«B» senza
sbagliare un colpo

Infangati ma felici i giocatori del Franciacorta festeggiano sul campo  di Rho la promozione in  B
Infangati ma felici i giocatori del Franciacorta festeggiano sul campo di Rho la promozione in B
Andrea Di Masi 15.04.2019

Game over: fine dei giochi. Il Franciacorta taglia il traguardo della promozione in serie B e lo fa aggiudicandosi il 18esimo successo consecutivo. Stagione da record, quella della macchina da guerra guidata da Alex Geddo, capace di superarsi domenica dopo domenica e di sbaragliare la concorrenza in un doppio girone sempre ricco di incognite come quello “milanese”. CON UNA media di 52 punti fatti e 10 subiti a partita, la matematica promozione in terza divisione arriva sul campo di Rho, dove la franchigia franciacortina soffre per un tempo il pressing dei padroni di casa e il campo reso pesante dalla pioggia. Poi, dopo essersi perfino ritrovata sotto nel punteggio, nella ripresa si riscatta e festeggia un obiettivo finalmente centrato dopo due tentativi. Nati nell’estate 2016 con l’unione di intenti tra Gussago e Ospitaletto, e ai nastri di partenza in questa stagione con un organico ricco di talento e con numerosi elementi che fin qui avevano calcato i campi di categorie superiori, i bianconeri di coach Geddo (alla seconda affermazione in un campionato di serie C dopo quello vinto a Rovato nel 2016) sono ora attesi dagli ultimi due turni della stagione nei quali sono chiamati a confermarsi imbattuti e a trovare il punto bonus per centrare un altro record: quello dei venti successi su venti con il punto addizionale in classifica. INTANTO, però, dopo il successo di Rho, nell’ovest bresciano è tempo di festeggiare. «I complimenti vanno innanzitutto a squadra e staff tecnico per aver condotto questa appassionante cavalcata– è il commento del vicepresidente, Roberto Giugni -. La sfida più grande è stata mantenere la concentrazione ogni settimana, perché non esistono partite facili o difficili se non si ha l’approccio giusto. I ragazzi sono riusciti ad avere la concentrazione adeguata fino alla fine. Per la nostra società è stata una grande stagione a tutti i livelli perché, se la promozione in B è stata solo il primo obiettivo raggiunto, le nostre formazioni under 16 e under 18 sono al momento tra le migliori d’Italia e potrebbero aggiudicarsi il campionato nazionale. Inoltre, se possiamo festeggiare questo traguardo – aggiunge Giugni – è anche grazie agli elementi della formazione cadetta che, quando chiamati in causa, non hanno mai deluso e hanno messo del loro per conquistare la promozione». • © RIPRODUZIONE RISERVATA