Passirano Camignone
al traguardo:
è Seconda!

Lorenzo Orizio festeggia il gol segnato con i compagni di squadraFoto di rito per dirigenti, staff e giocatori del Passirano Camignone: l’obiettivo del salto in Seconda è centrato FOTOLIVE/Edoardo GramignoliL’immancabile selfie di squadra durante la festa promozione
Lorenzo Orizio festeggia il gol segnato con i compagni di squadraFoto di rito per dirigenti, staff e giocatori del Passirano Camignone: l’obiettivo del salto in Seconda è centrato FOTOLIVE/Edoardo GramignoliL’immancabile selfie di squadra durante la festa promozione
Stefano Gatta 15.04.2019

Il Passirano Camignone, grazie anche al pari della Nuova Camunia con il Casaglio, a dodici anni dall’ultima volta e dopo otto finali perse nelle ultime dieci stagioni, riesce nell’impresa: per la prima volta nella sua storia vince il campionato di Terza e sale in Seconda. Un traguardo tagliato al termine di una stagione difficile per i ragazzi di Massimo Bonfadini, bravi a conquistare 17 vittorie in 23 partite, cadendo solo con Centrolago e Maclodio. ANCHE con la Pedrocca Nicoletti e compagni dimostrano la giusta serenità e lucidità, anche se dopo soli 5’ gli ospiti passano: Bona, dopo una punizione di Dieye, sbaglia il tempo dell’uscita e frana su Sardelli. L’arbitro indica il dischetto, Rossi trasforma. I padroni di casa si riprendono quasi subito e sfiorano il pari al 25’ con Orizio, il cui tiro deviato è fuori di poco. Sugli sviluppi del successivo calcio d’angolo Peli, lasciato tutto solo, insacca l’1-1. Passano due minuti e la capolista opera il sorpasso: Gasparetti lancia Rocco, la cui spizzata di testa finisce a Peli che, da 25 metri, disegna una parabola perfetta imparabile per Macri. Per il bomber franciacortino è il 17° gol stagionale. Prima del riposo Peli, dopo un fallo in area di Guerini, ha l’opportunità dal dischetto per segnare la sua tripletta personale, ma calcia alto. Nella ripresa la Pedrocca, in piena corsa playoff, prova a cambiare atteggiamento. I pericoli maggiori per la porta di Bona arrivano soprattutto da conclusioni dalla distanza. Al 41’, con la Pedrocca in avanti alla ricerca del pari, il Passirano chiude l’incontro. Mora, dopo una ripartenza veloce, serve Orizio che, dopo essersi accentrato, scaglia dal limite dell’area un tiro preciso e angolato: 3-1. DOPO IL triplice fischio del direttore di gara, spazio alla grande festa e ai primi commenti. «È stata una stagione molto dura ma ora siamo soddisfatti, tutti i nostri sforzi sono stati premiati - sottolinea il tecnico Massimo Bonfadini -. La chiave del nostro successo è stata sicuramente la continuità nei risultati, ma soprattutto nel lavoro». Il presidente Renato Streparava, nell’analisi della stagione trionfante, punta sulla conferma del gruppo: «Il nostro punto di forza, come dimostra la partita con la Pedrocca, è rappresentato sicuramente dal saper gestire le difficoltà con qualità, ma soprattutto molta sostanza - analizza -. Da quattro anni sono presidente e finalmente, dopo tre tentativi andati a vuoto, possiamo gioire. La scorsa estate abbiamo optato per un cambio radicale, sono subentrate nuove figure che ci hanno dato un prezioso aiuto nel raggiungere questo traguardo. Un ringraziamento speciale, oltre all’allenatore e ai ragazzi, va al direttore sportivo, Domenico Inverardi. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

CORRELATI