Feralpisalò:
«Giovani sì
ma di qualità»

Il primo giorno di allenamento della nuova Under 13: inizia la nuova stagione anche per le giovanili
Il primo giorno di allenamento della nuova Under 13: inizia la nuova stagione anche per le giovanili
Sergio Zanca12.09.2019

Ottimizzare. Puntando sulla qualità più che sulla quantità. Riprende a pieno regime anche la stagione delle giovanili della Feralpisalò, con un piccolo esercito di bambini e di ragazzi pronti a vivere l’ennesima annata da protagonisti. I numeri? In calo rispetto a un anno fa. I tesserati sono passati da 480 a 400, compresi i diversamente abili e le ragazze, i tecnici e i collaboratori da 86 a 77, le squadre da 29 a 22. Le strutture utilizzate: da 6 a 4, vale a dire il Carlo Amadei di Salò, a fianco del Lino Turina, il centro sportivo di Prevalle, il Rigamonti di Buffalora e la Badia di Brescia. «Abbiamo scelto di razionalizzare, investendo sulla qualità», conferma il responsabile, Piero Strada. Ieri pomeriggio è stata presentata l’attività del nuovo anno. Oltre a Strada, presenti il responsabile dei progetti speciali Pietro Lodi e i coordinatori della scuola calcio sul lago, Fabio Norbis, e a Brescia, Fabio Piantoni.


«NELLA SCORSA STAGIONE siamo arrivati ai quarti di finale sia con la Berretti che con la Under 17 - ricorda Strada - Non ci dobbiamo però adagiare sugli allori: l’obiettivo rimane quello di avvicinare il maggior numero di ragazzi alla squadra maggiore. Nella rosa attuale sono inseriti il centrocampista Hergheligiu e gli attaccanti Bertoli e Tirelli. Molti hanno trovato sistemazione in D, con la formula del prestito, e vengono costantemente seguiti dal diesse Gianluca Andrissi». Sedici gli elementi, prestati a Ciliverghe, Breno, Calvina, Lumezzane, Adrense, Brusaporto, Ghedi e Prevalle. «Promosso anche l’allenatore, Damiano Zenoni, che aveva conquistato lo scudetto con la Berretti - aggiunge Strada - Al suo posto ora c’è Mauro Bertoni, che, pur di essere con noi, ha rinunciato a un contratto importante con il Milan. L’Under 17 è stata affidata a Stefano Preti. Alex Pinardi collaboratore tecnico, Marco Ambrosio preparatore dei portieri: in passato, da calciatori, hanno militato entrambi nella Feralpisalò, e il loro è un gradito ritorno. Altra novità: l’arrivo di Gianbattista Olivari». Fabio Norbis: «A Salò l’attività di base richiede un impegno quotidiano. In ogni squadra abbiamo introdotto il preparatore tecnico, che servirà a potenziare quanti sono in difficoltà. L’Amadei verrà utilizzato anche dalla Time Out, con la quale cercheremo la massima collaborazione». Fabio Piantoni: «In città, alla Badia, giostreranno 5 squadre, con bambini tra gli 8 e i 12 anni. Prioritario l’aspetto educativo». Pietro Lodi ha ricordato che gli allenamenti per il settore dei meno abili inizieranno il 26 settembre. Le squadre: da una da due. Il campionato comincerà a metà dicembre. Le partite interne si disputeranno al Bettinelli di Milano. Altre iniziative: il corso organizzato in casa, da ottobre a marzo, riservato ai tecnici che non hanno i requisiti per partecipare al bando della Figc e la prosecuzione degli incontri nelle scuole medie e superiori, con l’inserimento di nuovi temi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 2 3 4 5 6 >