Sandro nella
Storia: «Gioia
e orgoglio»

La famiglia Tonali riunita davanti al televisore per assistere a Liechtenstein-Italia: Sandro debutterà al 28’ del secondo tempo SERVIZIO FOTOLIVE / Fabrizio Cattina
La famiglia Tonali riunita davanti al televisore per assistere a Liechtenstein-Italia: Sandro debutterà al 28’ del secondo tempo SERVIZIO FOTOLIVE / Fabrizio Cattina
16.10.2019

La lunga ed estenuante attesa è finita. Sandro Tonali corona un altro grande sogno. Dopo la promozione in serie A, ottenuta da protagonista con la maglia del Brescia, il baby biancazzurro sale un altro gradino della sua luminosa, seppur giovanissima, carriera. L’esordio con la maglia della Nazionale maggiore è un’emozione unica, una gioia che fa battere forte il cuore. La famiglia di «Sandrino» si è radunata tutta da nonna Gina, la prima grande tifosa, a Sant’Angelo Lodigiano. Davanti al televisore, lo zio Luigi Tonali, la zia Patrizia e la cugina Arianna; la zia Maddalena e la zia Silvana; lo zio Massimo con la zia Barbara e i cugini Sandra e Cristiano; la zia Anto e il cugino Alessandro. Una pizza per ingannare l’attesa, il televisore acceso con largo anticipo e orecchio teso per cercare di capire le scelte iniziali di Roberto Mancini. SCORRENDO la formazione iniziale Sandro Tonali non c’è, ma si capisce che per lui ci sarà sicuramente spazio durante la partita. Non potrebbe essere altrimenti. Dalle tribune di Vaduz arriva anche la videochiamata di papà Giandomenico e di mamma Maria Rosa Crivellari, in prima linea con i figli Enrico e Matilde per assistere al grande debutto. La partita inizia, Sandro è in panchina con la coperta. La fitta pioggia e i 12 gradi di Vaduz lo impongono. Gli azzurri rischiano, passano in vantaggio alla prima occasione, mantengono il controllo con un possesso palla continuo. Ma non sfondano. In casa Tonali-Crivellari non si aspetta altro. «Serve qualcuno in grado di verticalizzare e velocizzare il ritmo delle giocate», ed è quasi un invito al ct. Ma Mancini sembra non sentirci, almeno fino al gol del raddoppio che arriva con Belotti di testa. Mancini, inquadrato dalle telecamere, non sembra avere più esitazioni. «Sandro, vai. Tocca a te!». Il gioiellino del Brescia si alza, sveste la tuta e si prepara per completare il riscaldamento. Passano 3 minuti ed ecco il grande momento. Alle 22.16 di martedì 15 ottobre 2019 - a 19 anni, 5 mesi e 7 giorni - Sandro Tonali diventa il 20° esordiente della gestione Mancini. È il più secondo «millennial» dopo Moise Kean. Il divano di casa Tonali-Crivellari si trasforma in una curva. La felicità è indescrivibile. Nonna Gina, «la nonna migliore del mondo» come gli ha ricordato il Sandrino in una foto con dedica che compare in salotto, è la più emozionata. «Suo nonno gli diceva sempre che sarebbe diventato un campione del Mondo». E così, i 19 minuti in una partita apparentemente banale, si trasformano in un qualcosa di entusiasmante. La maglia è la 14, un numero che richiama l’immenso Johan Cruijff. E che racchiude una cifra, il «4», da sempre una costante per Sandrino. Dalla 34 degli esordi in serie B, all’attuale 4. IL CAMPO racconta di un Sandro Tonali inserito nel gruppo. La modesta qualità dell’avversario non lo cambia: passaggi di prima, aperture mai banali. E un’ammonizione, giusto per ricordare che con lui non si passa. A casa, a ogni gol degli azzurri, è festa grande. Il triplice fischio è la fine del grande inizio di Tonali in campo internazionale. Lo zio Massimo dribbla tutti, entra in cucina e si ripresenta in salotto con lo champagne. È l’apoteosi di una serata indimenticabile, attesa da quasi 11 mesi e giunta a coronamento di un percorso di sacrifici. A Sant’Angelo Lodigiano, paese ormai bresciano per tifo e passione, spuntano tricolori. Il più bello resta quello esposto da nonna Gina fuori dall’appartamento di nonna Gina in via Polli e Daccò. Domani, però, è un altro giorno. Per Tonali sarà tempo di pensare alla prossima partita di campionato contro la Fiorentina, lunedì sera. E al suo Brescia, il trampolino che lo ha portato tra i più grandi. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

CORRELATI
1 2 3 4 5 6 >