Rilancio Castenedolese È un poker da sogno

Mauro Renica: a segno
Mauro Renica: a segno
07.10.2019

La Castenedolese volta pagina: la formazione bresciana si è già messa alle spalle il ko di misura patito contro la capolista Pralboino nello scontro al vertice, e lo fa nel migliore dei modi: con un successo per 4-2 ai danni dei cremonesi del Psg. UNA VITTORIA ben più netta di quanto il risultato finale voglia raccontare. Ed è esattamente quello che serviva a Zanelli e ai suoi ragazzi, che si rilanciano in classifica: secondo posto a quota 12 a pari merito col Curtatone. I cremonesi del Psg restano invece invischiati in piena zona play-out, complici i tre punti raccolti in queste prime cinque giornate. Il primo tempo è un monologo di marca granata: la Castenedolese attacca a spron battuto, ma deve aspettare fino al 35' per trovare il meritato vantaggio: discesa ubriacante di Hilmi, che da fondocampo lascia partire un perfetto rasoterra indirizzato sul secondo palo. L'accorrente Pavoni raccoglie e appoggia in rete da pochi passi eludendo l’intervento di Soldi, ormai fuori causa. Il Psg è in evidente difficoltà tanto nel primo tempo quanto a inizio ripresa. Al 13' è ancora Pavoni a trovare la rete grazie ad un'azione personale: dribbling ad un difensore al limite dell’area. La sua conclusione di destro vale il bis personale e il temporaneo 2-0 per la Castenedolese. PARTITA in ghiaccio? Macché, il Psg rientra in gara subito. Per farlo però è aiutata da un calcio di rigore molto contestato dai padroni di casa, concesso per gioco pericoloso in area (punibile invece con una più classica punizione di seconda): dagli undici metri è Galvani a battere Moretti e dimezzare il divario (17’). Nel momento forse più difficile i granata trovano quello di cui avevano bisogno, la rete del nuovo allungo, realizzata da Bonometti con una conclusione dal limite che trova impreparato Soldi: la Castenedolese si porta sul 3-1. La squadra ospite reagisce e alla mezz’ora riduce ulteriormente il divario con il neo entrato Marutti, pronto a colpire sugli sviluppi di un calcio di punizione. La Castenedolese non ci sta a soffrire nel finale, e al novantesimo chiude la gara: Coccolo viene affossato in area e conquista un netto calcio di rigore che lo specialista Renica non sbaglia. È il sigillo sui tre punti della Castenedolese, che può festeggiare al fischio finale. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

1 2 3 4 5 6 >